Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

 

Pulizia del prato sintetico in presenza di animali

6 minuti
aggiornato il
Il prato sintetico si pulisce in modo semplice e con facilità

Prato sintetico

Anche in presenza di animali come cani di grossa taglia la pulizia del prato sintetico ben posato, è semplice e non richiede nulla di specifico.
Il prato sintetico può rappresentare un'interessante e comoda alternativa al manto erboso quando sono presenti ad esempio cani di media / grossa taglia che potrebbero disboscare il prato lasciando chiazze di erba qua e là.

Come pulire ?! Semplicemente con l'acqua

Non è certo una regola scritta che un cane di grossa taglia debba necessariamente rovinare il prato; ma se il problema sorge, occorre porvi rimedio.

Anche perché molto spesso non vi è nessuna intenzione da parte del cane di rovinare l'erba, ma il normale e ripetuto passaggio su questa, da parte del cane e della sua stazza, specialmente quando piove, vanno a mettere a dura prova il prato.
Non ultimo, qualche volta i suoi bisogni li farà di sicuro, magari solo per segnare il territorio; e all'erba non giova.

Come mantenere pulito il prato sintetico, e con quali prodotti e attrezzi ?!

Cominciamo dai prodotti.
Acqua.
Semplicemente acqua.
Quando piove fa un favore a chi ha il sintetico nel proprio giardino, fermo restando che la posa in opera del prato sintetico deve essere eseguita come si deve su un tessuto di qualità; la posa in opera sbagliata creerebbe un mezzo disastro.

La rimozione dunque di eventuali rifiuti è la prima operazione da eseguire per ripulire il prato sintetico.
Sciacquare il manto erboso del giardino sintetico con lo spruzzo di acqua dalla canna, è il metodo più semplice per pulire e più efficace.

Quando piove, anche a dirotto, il prato sintetico si pulisce praticamente da solo, e se il lavoro è stato eseguito bene il drenaggio dell'acqua funziona che è una meraviglia: ecco perché è importante che il lavoro di installazione sia eseguito con criterio, magari è necessario spendere qualcosa in più per i lavori eseguiti come si deve, ma proprio per non doversi preoccupare poi, quando il lavoro è stato eseguito, nel qual caso la spesa andrebbe ben oltre quanto si è risparmiato facendo un lavoro che costava meno tralasciando aspetti importanti.

Un buon professionista comunque spiega in modo chiaro subito come stanno le cose, al fine di prevenire spiacevoli inconvenienti e incidenti di percorso.

Anche quando si utilizzano prodotti detergenti per pulire il prato sintetico, non bisogna mai utilizzare prodotti aggressivi, o acidi.

L'urina (del cane, o gatto) è sempre acida, quindi alla lunga andrebbe a danneggiare il tessuto, quando capita, perché capita che si sporchi il prato, risciacquare con acqua è il primo e più efficace metodo di pulizia.

Una volta eseguita la pulitura superficiale con il getto dell'acqua, di tanto in tanto si può utilizzare un sapone neutro (quindi non abrasivo, non aggressivo), usare una spazzola con setole rigide (di quelle su cui si avvita il manico della scopa) per pulire a fondo, senza che il movimento risulti eccessivamente aggressivo per non rovinare il sintetico, il movimento deciso esercitato sulle setole della spazzola insieme al detergente liquido, è sufficiente.

Poi nuovamente si risciacqua con sola acqua, e si lascia asciugare.

Prodotti e attrezzi per la pulizia del prato sintetico

Praticamente i prodotti e gli attrezzi per pulire sono questi:

● Acqua;

● Detergente neutro;

● Spazzola con setole rigide.

Tutto qua ?! Sì, tutto qua.

Saltuariamente è possibile utilizzare un disinfettante, antibatterico; come ad esempio un prodotto che si chiama ZeoFresh, liquido, utilizzato e distribuito ai clienti da aziende che installano prati sintetici.

C'è un altro prodotto, in granuli però, usato per l'intaso che si chiama ZeoGreen, prodotto di origine vulcanica con tutta probabilità si tratta di zeolite, un minerale poroso che ha la capacità di assorbire gli odori e neutralizzarli.
Probabilmente il prodotto liquido è derivato da questo.

Altri prodotti disponibili, giusto a titolo informativo, sono i cosìddetti “disabituanti” (come i polimeri reticolati ai quali vengono aggiunti aromi: quali ?!), che dovrebbero inibire cani e gatti dal fare i loro bisogni dove questi prodotti vengono distribuiti.
Non mi sembra una soluzione onestamente, meglio portare fuori il cane una volta in più e abituarlo alle sue uscite, di modo che sia meglio sia per lui che per il proprietario.

Gli animali hanno necessità fisiologiche come gli esseri umani, pretendere che un prodotto li convinca a non fare i loro bisogni quando invece ne hanno la necessità è un po' arduo.

Considerazioni sul prato sintetico in presenza di cani

In presenza di animali queste sono le soluzioni più semplici ed efficaci per pulire il prato sintetico, ci sono persone che utilizzano l'aspirapolvere per pulire a fondo, onestamente però in presenza di animali, specialmente se di grossa taglia, non credo sia possibile pretendere che l'erba sintetica rimanga immacolata come quando appena posata; e ciò non significa affatto che questa debba essere sporca, non igienicamente corretta, o brutta perché usurata, se di qualità dura davvero molti anni.

Poi se l'aspiratore dovesse esercitare troppa potenza, potrebbe aspirare parte della sabbia sottostante il prato sintetico.

Del resto, se si è installato il prato sintetico specificamente per gli animali, è anche bene che sia utilizzato, vissuto.
Pretendere che non si posi nemmeno la polvere mi sembra maniacale, fermo restando che a casa sua ciascuno fa come crede.

Il grande vantaggio sta nel fatto che quando piove, o la terra è parecchio umida (freddo, nebbia, etc.), il cane o gli altri animali presenti non si portano ovunque residui di terra, quando non fango, che inevitabilmente resterebbero sotto le zampe.

Pulire il sintetico è un'operazione facile e veloce, con la canna dell'acqua che facilita molto le cose: ecco perché è importante assicurarsi che la posa in opera sia fatta a dovere, proprio per garantire un'ottima capacità di drenaggio del prato, prerogativa indispensabile del resto se il sintetico è destinato ad una superficie priva di coperture quindi completamente esposta alle intemperie 365 giorni l'anno, caldo, freddo, pioggia, gelo, sbalzi climatici in genere.

Ovvio che se si ha il prato sintetico coperto dove non vi sono animali, lo si può trattare quasi come un tappeto, ma non è il caso di chi ha il sintetico proprio per ospitare animali senza doversi preoccupare della “terra di nessuno” che molti giardini diventano quando in presenza di un cane.

Anche per via del suo semplice passaggio, quando un piccoletto di 40 kg pascola nel giardino, impossibile pretendere o pensare che il manto di erba naturale rimanga intatto.

Il prato sintetico offre una soluzione che certo ha un prezzo, ma la spesa viene ammortizzata nel tempo, e la pulizia con acqua, detergente neutro e spazzola dalle setole rigide, permette di mantenere la superficie pulita e vivibile in modo facile e veloce.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi