Menu

af1.it

Uno che scrive

Porte scorrevoli per interno, esterno muro e a scomparsa

7 minuti
aggiornato il
Porta scorrevole esterno muro in vetro trasparente

Porta scorrevole in vetro

La porta scorrevole per l'interno di casa è una soluzione interessante per risparmiare spazio e rendere elegante la chiusura delle stanze unendo all'utile un aspetto discreto della porta soprattutto se a scomparsa nel muro.
E questo è sicuramente il secondo aspetto apprezzabile, quando presente: che la porta scompare nel controtelaio incassato nel muro.

Porta scorrevole lungo il muro

Comunque belle anche le porte scorrevoli esterno muro il cui binario è applicato nella parte superiore, quindi la porta rimane sempre a vista anche quando scorre.
L'anta può essere piena oppure fare da perimetro ad una vetrata, anche trasparente quando la situazione lo permette.

Oltre al perimetro possono essere presenti inserti orizzontali o verticali sul vetro in modo da suddividerlo in più spazi.
La porta scorrevole permette di ottimizzare gli spazi, sempre, anche quando se ne ha in abbondanza, ed offre una particolare caratteristica che personalizza lo stile dell'arredo.
Può essere esterna a muro o interna.

Quando esterna scorre lungo la parete grazie ad un binario fissato nella parte superiore, il montaggio è più semplice e la porta è più larga dell'apertura nel muro, di almeno 20 cm per parte (a spanne), in quanto per coprirla completamente la porta deve necessariamente essere più larga non in modo misurato.

Il risparmio di spazio è ottimo, non c'è che dire, e la porta quando aperta allineata alla parete personalizza lo stile dell'arredamento, anche il binario sopra se ben realizzato, può avere un aspetto rustico (tipo ferro battuto) che ben si integra in ogni stile, oppure più raffinato se realizzato in acciaio lucido o satinato, invece che ottone, color rame, etc.

Porta scorrevole con controtelaio incassato nel muro

Quando invece la porta scorrevole è a scomparsa perché incassata nel muro, il lavoro da eseguire è sicuramente maggiore, specialmente se si ha intenzione di sostituire la porta a battente in caso di ristrutturazione dell'appartamento, occorre scavare il muro con il martello pneumatico per poter inserire il controtelaio.

Dove è possibile risulta più semplice allestire un pezzo di parete in cartongesso che andrà ad ospitare il controtelaio dove la porta alloggia quando il passaggio è aperto.
È un lavoro ben più impegnativo rispetto alla porta scorrevole esterna, comunque ha i suoi vantaggi se il risultato finale è apprezzabile.

Il controtelaio deve essere posizionato come si deve, con la massima precisione, sarebbe davvero sgradevole se poi la porta non dovesse scorrere agevolmente, deve risultare ben allineato al pavimento in quanto il binario non può presentare imperfezioni nel percorso.

La porta scorrevole interno muro scompare letteralmente quando incassata, per comparire quando si ha intenzione di chiudere il passaggio tra una stanza e l'altra.

Nell'immagine seguente si può notare un ottimo esempio di porta scorrevole perfettamente integrata nel contesto dell'arredo, tanto da risultarne come una sorta di fusione nella stanza, molto bella ed elegante.

Porta a scomparsa che quando compare risulta il pezzo di arredo che mancava, sebbene nella stanza ci sia tutto quanto serve.
Soprattutto dove lo spazio non sia abbondante, questa tipologia di porta rappresenta davvero una buona soluzione; certo, rispetto alle porte a battente di pari qualità il costo è superiore, dal momento che lo sono anche i vantaggi, risparmio di spazio e si integra bene nell'arredo.

Controtelaio nel muro e materiali della porta scorrevole

Il costo superiore della porta scorrevole a scomparsa nel muro è dovuto al lavoro che deve essere eseguito ed al controtelaio che invece manca in quella che scorre lungo il muro, in quanto il supporto superiore è quanto serve; ovviamente anche in questo caso comunque il montaggio va eseguito in modo preciso, mettendo come sempre la sicurezza al primo posto.

I materiali impiegati sono quelli delle comuni porte a battente, nonché tutti quei materiali che si rendono disponibili nelle soluzioni di arredamento via via che la tecnologia progredisce, il legno ed il suo derivato sono certo tra i materiali maggiormente impiegati, anche perché si presta molto bene alle diverse lavorazioni, che si tratti di legno massello o cosìddetto tamburato.

Tamburato perché in pratica sono presenti 2 pannelli (fronte e retro della porta) e al loro interno strutture a nido d'ape o comunque specificamente realizzate anche per migliorare l'insonorizzazione oltre che stabilità e resistenza all'usura.
Quindi legno massello o impiallacciatura nelle diverse essenze e colorazioni, finiture lucide, laccate, opache, con maniglie stilizzate in ottone, alluminio, acciaio, non c'è che da scegliere.

Con le porte scorrevoli non è possibile inserire null'altro che il controtelaio e la porta nel vano a questi destinato, se l'installazione avviene in una ristrutturazione e si procede a scavare l'alloggiamento nel muro occorre tenere presente che non vi siano cavi, tubi o impianti vari.

Non è possibile nemmeno fissare chiodi nel muro, la parete deve rimanere completamente libera per non rovinare la struttura del controtelaio, anche se quadri non eccessivamente pesanti possono comunque essere appesi con appositi ganci incollati, il peso del quadro dipende non solo dalla tenuta del supporto ma del muro stesso !!!
Non dimenticare che dove presente il controtelaio, il muro o il cartongesso, sono piuttosto esili.

Maniglie e serrature delle porte scorrevoli

Le maniglie e serrature delle porte scorrevoli sono minimali rispetto alle porte a battente, in quanto anch'esse entrano ed escono dal muro perché sono incassate nella porta.

Ebbene sì, porta incassata nel muro e maniglia incassata nella porta !!!
Del resto è questo l'altro stratagemma (oltre quello del controtelaio nel muro) che permette di risparmiare spazio, altrimenti come farebbe a scorrere la porta nel controtelaio incassato nel muro se anche la maniglia non fosse integrata nella porta ?!

Quando la porta è completamente alloggiata nel muro perché il passaggio tra le 2 stanze è aperto, la porta non la si può afferrare, nella parte laterale è presente un foro dove alloggiato un cilindro metallico, lo si afferra col dito e si chiude poi la porta utilizzando la maniglia sulla parte frontale quando uscita dal controtelaio.

La serratura la si azione facendo ruotare il chiavistello o la chiave, come una comune serratura.
Lo stile anche minimale e ricercato di questi dettagli va a rendere la porta ancora più bella ed elegante.
Serrature e maniglie semplici, eleganti, robuste e funzionali.

Da ricordare ancora il legno di recupero, restaurato, che arriva da vecchie cantine, fienili, etc. Può rappresentare una soluzione interessante.
Da tener presente anche come in presenza di passaggi con aperture a volta tra una stanza e l'altra, l'impatto estetico della porta scorrevole sia ancora maggiore, perché quando chiusa dà proprio l'impressione che anch'essa sia realizzata con la parte superiore ad arco.

Porte scorrevoli blindate e importanza di muro e controtelaio

Nel caso di porte scorrevoli blindate il controtelaio ed il muro in cui è inserito devono ovviamente essere adeguati, altrimenti si farebbe prima a sfondare il muro ed il controtelaio che tentare aprire la porta.

Questo del resto è un aspetto comune delle porte blindate, ovvero il muro circostante o comunque che ospita il telaio deve essere all'altezza della situazione, altrimenti è piuttosto illogico ed inutile montare la porta blindata, per fare un esempio banale è un po' come mettere portoncini di sicurezza e poi lasciare le finestre aperte spalancate.

Le porte scorrevoli blindate sono un'opzione dove si ha la necessità di esigere sicurezza, porte interne del resto possono essere considerate a tutti gli effetti quelle che ad esempio sono presenti nel garage che comunica con la casa, oppure se si necessita di avere anche in alcune stanza di casa un livello di sicurezza maggiore, non solo per quanto riguarda la porta d'entrata.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per offrire pubblicitĂ  contestualizzata, per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa. Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi