Menu

af1.it

Uno che scrive

Piscine fuori terra (il tuo angolo di paradiso…)

5 minuti
aggiornato il
Un bellissimo esempio di piscina fuori terra ma permanente, sistemata su di un bel balcone, quindi da non rimuovere mai, unico lavoro da fare per manternerla bene è la regolare manutenzione

Piscina fuori terra e permanente

Le piscine fuori terra sono in grado di essere funzionali e anche più belle e originali di quelle interrate.
Solo a sentirne il nome ci si sente freschi e rilassati: piscina.
A casa tua. Nel tuo giardino.
Fissa, rimovibile, rigida, morbida.
Acciaio, pvc, legno, gomma.
Un buon impianto di ricircolo dell'acqua e una corretta manutenzione garantiscono bagni in completa sicurezza: non lo dimenticare.
E poi, goditi la piscina.

I materiali per la piscina fuori terra: gomma, PVC, acciaio, legno

La piscina fuori terra non richiede lavori edili particolari ma solamente di avere un terreno livellato dove poterla posizionare.
Evitare di iniziare pratiche burocratiche relative alle licenze edilizie è già di per sé un vantaggio non indifferente, laddove non si ha la possibilità o l'intenzione di installare una piscina interrata.

I materiali di costruzione sono molteplici, dai più morbidi come quelli plastici delle piscine gonfiabili (PVC, gomma) alle strutture rigide come acciaio, PVC, legno, etc. e la forma può anche essere realizzata su misura secondo le esigenze del cliente.
Le versioni gonfiabili in PVC e gomma rappresentano quelle più economiche con strutture morbide, comunque resistenti ed efficaci, veloci da installare.

Piscine in gomma

Quelle in gomma arrotondata che ricordano il classico gommone con motore hanno un aspetto particolarmente accattivante, linee morbide e piacevoli, che attirano l'attenzione e fanno venire voglia di tuffarsi.

L'equilibrio tra aria e acqua permette a queste piscine di ricreare, una volta gonfiate, una struttura autoportante.
Non necessitano di specifiche parti rinforzate come in altre tipologie di piscine, risultano facili da allestire e da riporre, inoltre riescono ad adattarsi al terreno anche quando lievemente irregolare.
Lo skimmer in questi casi è solitamente galleggiante.

Anche quelle gonfiabili in PVC rappresentano una soluzione tra le più economiche.

Piscine gonfiabili in PVC

Anche queste piscine sono più economiche rispetto a strutture più rigide e più eleganti, facili da montare e poi riporre al posto quando si decide di smontarle.

Spesso l'anello in superficie è da gonfiare poi quando la si riempie di acqua la spinta di questa la fa alzare verso l'alto, vengono poi posizionati supporti per sostenere la struttura, quando necessari, in base alle dimensioni della vasca.

Sempre in base alle dimensioni si utilizzano filtri a cartuccia, o meglio ancora gruppi filtranti esterni più performanti.

Piscine fuori terra in acciaio

Anche queste piscine sono una soluzione interessante, probabilmente più indicata per dimensioni maggiori rispetto a pochi metri3 dove invece le gonfiabili rappresentano l'alternativa migliore.

Sempre in base alle dimensioni ci sono strutture autoportanti oppure supporti che sostengono la struttura.

Piscine in legno

Tutti i materiali utilizzati per realizzare le piscine sono trattati per resistere senza problemi al contatto con l'acqua; ovvio che i trattamenti sono eseguiti anche per il legno, materiale più costoso, più caldo, che ha veri e propri appassionati.

Riesce ad integrarsi bene anche in spaziose terrazze, e anche in giardino è sempre in grado di regalare quel tocco di calore e di stile inconfondibili.

Il legno può anche essere utilizzato come rivestimento per strutture in acciaio e PVC.

Montaggio, smontaggio della piscina fuori terra: quando conviene ?

O meglio, quando conviene smontare la piscina ?!
Quando viene acquistata per essere utilizzata esclusivamente in uno spazio che finita la stagione calda torna ad essere occupato da altre attività: una grande terrazza, il giardino, etc.

Dipende dalle dimensioni dello spazio disponibile e dal suo utilizzo.

Un giardino ad esempio con ampio spazio disponibile dove la piscina non dà alcun fastidio nemmeno quando non la si usa, potrebbe restare installata in modo permanente, risultare perfettamente integrata nel contesto dell'arredo, ed essere sempre pronta e funzionale.

Eventuali coperture della vasca, svuotamenti di acqua nei periodi di inutilizzo, possono essere operazioni semplici sia che si decida, e si abbia la possibilità, di eseguirle da soli invece che affidarsi ad aziende specializzate che eseguono la manutenzione.

La piscina fuori terra infatti può senza ombra di dubbio essere pensata e allestita in modo stabile, eventualmente controlli periodici della struttura possono prevedere lo smontaggio di alcune parti per controllarne l'integrità.

Piscine in gomma che invece occupano lo spazio poi da vivere diversamente quando termina il caldo, possono essere smontate con una certa facilità.

Dipende tutto dallo spazio disponibile e da come si intende utilizzare.
Se lo spazio è parecchio grande vale la pena pensare ad una installazione permanente, diversamente si provvede a smontare e liberare lo spazio sottostante che continua ad essere vivibile anche senza piscina.

Come e quale piscina fuori terra scegliere ?

● Spazio disponibile

● Dimensioni della piscina

2 parametri dai quali dipende anche la scelta più congeniale del materiale.
Le piscine gonfiabili risultano indicate quando si ha intenzione di smontarle terminata la stagione di utilizzo della piscina.

Sono sufficientemente economiche, facile gestire la manutenzione e l'installazione, buoni prodotti, interessante il rapporto qualità / prezzo dato che la si gode con il caldo, e la si rimette a posto in inverno.

Ponendo sempre la giusta attenzione e cura per la struttura, la si può smontare e chiudere in uno spazio ristretto quando termina la stagione.

Piscine in struttura rigida sono più indicate come permanenti.
Capaci di integrarsi molto bene sono talvolta molto più belle delle piscine interrate.

Dove ci sono ampi spazi a disposizione, giardini o grandi terrazze queste piscine sono in grado davvero di risultare particolarmente belle e funzionali, esteticamente accattivanti quando dotate di apposita illuminazione.
Piscine illuminate con il buio, uno spettacolo…

Di conseguenza per scelte di questo tipo i materiali sono acciaio, legno, oppure acciaio e PVC per la struttura poi rivestita in legno, o ancora con finiture che richiamano la pietra e non solo.

Le forme e le dimensioni possono essere realizzate su misura, quindi non rappresentano un problema.

Buon bagno…

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!