Piastrelle sulle pareti interne: rivestimento parziale

Aggiornato:
Piastrelle sulle pareti interne
(Photo by Bekky Bekks on Unsplash)

Piastrelle sulle pareti interne: sono possibili risultati sorprendenti dal punto di vista estetico anche quando applicate in modo parziale.


Le piastrelle sulle pareti, applicate anche in modo parziale su di esse, non sono solo necessariamente usate per proteggere i muri del bagno e della cucina che sarebbero, in mancanza di queste, sporcati con molta più facilità.

Possono arredare ogni stanza della casa, e renderla particolarmente accattivante, confortevole, con lo stile che meglio personalizza ogni stanza di casa.

Dare uno stile alle pareti interne

Non significa affatto coprire un muro con problemi per nasconderli, può anche essere, ma se il problema fosse l'umidità è doveroso risolverlo, anche perché se coperto, il problema non sarebbe risolto e continuerebbe, presto o tardi, a ripresentarsi.

Su di una parete sana e ben ventilata, si possono applicare le piastrelle, per cambiare lo stile dell'arredo, che comincia proprio dal pavimento e dai muri, oppure anche per nascondere qualche imperfezione; sarebbe l'occasione buona per migliorarne l'aspetto.

Qualsiasi problema possa presentare un muro che si decide di ricoprire, anche specificamente per nascondere il problema estetico, e rendere la parete più bella, il problema debba essere risolto prima di applicare le piastrelle.

Anche se una parete fosse rovinata particolarmente dall'umidità, prima rimane da risolvere il problema della sua formazione, poi si procede a rendere esteticamente più bella la parete in questione.

Se non fosse affrontato e risolto il problema, questo continuerebbe anche con le piastrelle applicate, creando potenzialmente un problema più grande.

L'applicazione delle piastrelle sulle pareti interne, per un puro gusto estetico, non deve in nessuna misura nascondere alcun tipo di problema; anzi, devono essere applicate quando lo si desidera, su pareti sane e ben traspiranti.

Traspirabilità dei muri

È vero che le piastrelle tolgono parte della capacità traspirante al muro, che se è sano e ben realizzata, e soprattutto aerato quotidianamente in maniera abbondante, comunque supporta benissimo di essere piastrellato;

anche in una sola porzione, non dimentichiamolo, se l'obiettivo è, e dovrebbe essere, puramente estetico, o semmai coprire piccole imperfezioni.

Trovo interessante questo articolo (LauraCoppo.it), che spiega bene la differenza tra capacità traspirante, e muro che respira (un errore, anche se un modo di dire).

È dunque bene che siano utilizzate senza eccedere, e soprattutto dove non vi sia umidità.

Fatta questa premessa, le piastrelle possono rappresentare un'ottima decorazione per le pareti, anche particolarmente stilizzata e ricercata, rivestire solo una porzione di muro cambia, e di molto, l'estetica, e la prospettiva.

È possibile alternare i colori, invece che seguire quello della parete, oppure creare una porzione di muro ricoperta di piastrelle dello stesso colore, si vengono a creare effetti capaci di ampliare gli spazi per quanto riguarda l'impatto visivo.

Anche un effetto mattoni, può sembrare azzardato, ma capace di notevole impatto, gusti soggettivi a parte.

I materiali

Il grès porcellanato, anche in questo caso, così come nella produzione di piastrelle per il pavimento, riveste un ruolo importante anche per le mattonelle adatte al rivestimento delle pareti interne; effetto legno, aspetto pietra, marmo, etc.

Un risultato estetico di tutto rispetto, molto bello e disponibile in una gamma di colorazioni e disegni differenti, unisce la facilità di pulizia delle superfici, alla qualità del risultato una volta che le tessere completano il mosaico, una volta applicate al muro.

Oppure semplici mattoncini, di 1 cm circa di spessore, color ruggine, invece che color crema o lastre di medie dimensioni, per ricoprire la parte centrale di una grande parete, sono in grado di cambiare lo stile dell'arredo, modificando il muro che può sembrare monotono.

Pietra naturale, mattoncini, o grès porcellanato; che ancora una volta è di estrema duttilità nel comporre, e modificare, gli interni di una stanza.

Diverse tipologie di materiali sono davvero in grado di cambiare la scenografia degli interni, e concentrarsi, senza strafare, sul parziale rivestimento dei muri, può davvero personalizzare la casa come si desidera, anche osando un po' dato che è il proprio ambiente.

I materiali e le mattonelle possono essere praticamente identiche a quelle destinate alla pavimentazione, oppure ve ne sono di specifiche, più leggere e pensate esclusivamente a scopo decorativo, tuttavia nulla implica che possano anche essere realizzate con materiali pregiati.

Stile rustico

Trovo interessanti i rivestimenti con mattonelle in pietra naturale di quarzite, e ardesia, disponibili in diverse colorazioni, materiali pregiati, esteticamente molto apprezzabili che spaziano dal rustico all'elegante.

Il rivestimento in pietra, può essere in rilievo, o incassato nel muro, dove si desidera è possibile realizzare un tramezzo in cartongesso per creare il contrasto, andando anche potenzialmente a migliorare l'isolamento acustico e termico della stanza.

Le diverse tipologie di tessere, specificamente realizzate per il rivestimento delle pareti interne, permette di personalizzare una camera secondo i propri gusti.

Da piastrelle piccole e diverse nei colori per comporre un mosaico, invece che mattonelle uguali, per rivestire una porzione di muro, e rendere “proprio” lo stile.

Ceramica, offre un'infinità di scelte diverse, difficile non trovare quelle che si preferiscono, in klinker (clinker), adatte a rivestire il camino, opache o lucide come quelle che si vedono in cucina e nel bagno, grès porcellanato disponibile nelle finiture con gli stili preferiti.

Pietra naturale, anche in questo casi si parla di un classico, qualcosa destinato a non tramontare mai.

Di aspetto grezzo, levigato, lucido. Marmo, ardesia, quarzo, tutti materiali capaci di essere decisivi, di marcare in modo inequivocabilmente gli interni, il cui stile che inizia specificamente dai muri e dal pavimento, e il soffitto completa l'opera.

Materiali particolari

Legno: Sua Maestà.

Sempre attuale, mai obsoleto. Pannelli in quercia, rovere, ebano, ciliegio, noce, per ricoprire i muri e dare alla stanza lo stile che si desidera ottenere, con il fascino mai tramontato e inconfondibile del legno, nelle diverse colorazioni.

In soggiorno e camere, così non c'è il problema eventuale di umidità come potenzialmente in bagno e cucina; sebbene la superficie dei pannelli in legno, viene trattata proprio per non correre rischi, in quanto assorbe.

• Anche la ceramica però traspira, come la Ecocarat (inaxecocarat.com) della giapponese Inax (inax.com), secondo il costruttore in grado di regolare l'umidità degli interni, e assorbire le sostanze inquinanti.

Tuttavia, in quanto terra cotta, anche la ceramica tradizionale ha la sua traspirabilità, anche in base al trattamento della superficie.

La possibilità di scelta davvero non ha limiti, quando si desidera allestire, o modificare gli interni, solitamente si ha ben chiaro in mente quanto si desidera ottenere.

Comunque, è sempre bene valutare qualche proposta in più, per capire se la tua scelta è definitiva, oppure sei disponibile a nuove soluzioni.

Anche alcune che magari non avevi mai prese in considerazione prima, ma che quando si notano, non si può più fare a meno di pensare come risulterebbero sui muri di casa.

La forma e le dimensioni delle mattonelle

Influiscono in modo determinante sull'impatto visivo, cambiano totalmente l'aspetto del muro, anche se le differenze nelle singole tessere sembrano minime, una volta accostate tra loro, si nota la differenza.

Il semplice accostamento di poche piastrelle appoggiate, per vedere quello che sarà il risultato una volta abbinate, anche alternandone diverse, può rendere bene l'idea di come possa essere il rivestimento, una volta terminata la posa.

La superficie lucida, semilucida, opaca, anche in base al colore offre diversi risultati e contrasti, sfumature, e ancora una volta l'abbinamento tra tessere diverse, può risultare interessante, e presentare comunque una certa continuità, anche se non tutte dello stesso colore.

Occorre provare qualche abbinamento.

Devono essere posate su muri sani, senza problemi di umidità che potrebbero peggiorare una volta rivestiti, nascondere i problemi non serve, occorre risolverli.

Il rivestimento anche parziale dei muri, è una soluzione di arredo che non è indicata solo nella necessità di proteggere, o nascondere eventuali imperfezioni, ma rappresenta una valida soluzione per dare alla casa uno stile proprio.

In ambienti come soggiorno, camere da letto, ingresso, zone living in generale, si possono anche avere mattonelle di materiali più delicati, rispetto a quelli che necessariamente devono essere più funzionali, oltre che esteticamente apprezzabili, impiegati per quelle di cucina e bagno, dove una certa resistenza all'usura è irrinunciabile.

Possono davvero rivoluzionare l'ambiente, anche nei piccoli spazi e senza necessariamente spendere cifre da capogiro.

Sono ormai realizzate con trattamenti che impediscono il deterioramento, anche nei materiali naturali, ed è possibile anche in bagno e in cucina, posare mattonelle di materiale pregiato, oltre che pratico e resistente.

Come per il pavimento, la presenza delle fughe può risultare esteticamente apprezzabile, anche cambiarne lo spessore, in base alle diverse stanze della casa.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.