Pavimento sopraelevato per il giardino

    
aggiornato il
Il pavimento sopraelevato per il giardino permette di usare lo spazio disponibile dove terra o erba non sono usabili
Pavimento sopraelevato per il giardino (photo on supergres.com)

Pavimento sopraelevato per il giardino: vivere tutto lo spazio disponibile quando alcune zone dove presente terra o erba non sono usabili.

  1. Pavimento flottante
  2. Usare tutto lo spazio disponibile
    1. Le soluzioni
    2. WPC
    3. Preferisco la pietra
    4. L'aspetto pratico
  3. Posa in opera
    1. Eventuale scavo preventivo
    2. Piastrelle appoggiate al terreno
    3. Stabilità del supporto
    4. Ricapitolando
  4. I vantaggi

Pavimento flottante

Il pavimento flottante in giardino, può contribuire a vivere al meglio anche quella porzione di spazio sull'erba, che non si riesce sempre ad utilizzare.

Perché appena piovuto, o quando non è comodo per appoggiare sopra in modo stabile tavoli, sedie, divano, barbecue; può essere la soluzione per vivere l'esterno di casa nella sua totalità.

Usare tutto lo spazio disponibile

Pagheresti l'affitto di un ipotetico appartamento di 100 mq per usarne solo 70 o 80?

Certo che no, se paghi per 100 mq, devi poterli utilizzare tutti.

Conviene avere parte del giardino che non si può utilizzare come si vorrebbe?

No, non conviene, e la cosa migliore è cercare di usare tutto lo spazio a disposizione, soprattutto se non hai un parco da 1.000.000 di mq

Idee megalomani a parte, può capitare, ai comuni mortali, di non riuscire a sfruttare porzioni dello spazio in giardino, dove si vorrebbero magari sistemare sedie, un divano, etc.

Le soluzioni

Ci sono diverse soluzioni, esteticamente accettabili, o apprezzabili, addirittura belle, a partire dalle più economiche piastrelle in materiale plastico come il PE, o il PP, PVC.

Resistenti, facilmente posizionabili e disponibili in diverse colorazioni, forse il WPC presenta maggiori offerte anche dal punto di vista estetico.

WPC

Il WPC, è un materiale composto praticamente da legno (fibre e polverizzato, questo), presenta tra i vantaggi quello in termini di praticità, ed una certa estetica, e lo svantaggio più grande è quello che potrebbero insorgere problemi di muffa, oltre che scolorimento e dilatazione.

Inevitabilmente se si tratta di materiali plastici, o composti, e questi sono problemi prevedibili, soprattutto se si parla di prodotti esposti agli agenti atmosferici, sbalzi termici, che subiscono notevoli sollecitazioni da questo punto di vista.

Preferisco la pietra

Ecco perché, personalmente, penso che materiali come il grès siano preferibili; non amo troppo la plastica, lo ammetto.

L'aspetto pratico

Anche da un punto di vista funzionale, concreto; potenziali problemi che con il ceramico non ci sono, rispetto al plastico, il cui grande vantaggio sostanzialmente dev'essere rappresentato dal risparmio di denaro, per ovviare agli svantaggi rispetto ad un materiale più indicato, per lo specifico utilizzo.

Sono anche del parere che, se non posso permettermi in un preciso momento una certa spesa, la rimando, piuttosto di acquistare qualcosa che non mi soddisfa.

Il legno è sicuramente più impegnativo rispetto al cementizio, richiede una attenta manutenzione; anche se, gli odierni trattamenti, lo rendono molto resistente.

Posa in opera del pavimento sopraelevato

Il pavimento per adeguare quella porzione di giardino che non si sfrutta come si vorrebbe, può anche essere sistemato direttamente sull'erba.

Un ottimo materiale, destinato a rimanere per lungo periodo, può essere collocato in maniera stabile e quasi definitiva, salvo diversi ripensamenti e diversa collocazione degli arredi.

Eventuale scavo prima della posa in opera

Rendere omogeneo il terreno con uno scavo, per livellarlo al meglio, con ghiaia, pietrisco, sabbia, etc. prima di posizionare le piastrelle, rende più stabile e sicura la superficie, sulla quale poi si intende appoggiare mobilio e oggetti in genere, lasciando la capacità drenante del terreno: prerogativa che non dovrebbe mai essere messa in discussione per evitare futuri e potenziali problemi di allagamento.

La pavimentazione resta praticamente allo stesso livello del terreno, lasciando crescere l'erba tra le piastrelle, se si desidera mantenere la distanza di diversi cm sul perimetro, e dovrebbe essere possibile anche passare col tosaerba se le piastrelle risultano complanari alla superficie.

Piastrelle appoggiate al terreno

A differenza della posa in opera con scavo, quella diretta consiste nell'appoggiare direttamente sull'erba, o sul terreno, le piastrelle, dove la superficie comunque risulti ben livellata, poi con un martello di gomma, si possono perfezionare eventuali posizionamenti, anche se è la soluzione meno stabile.

Se hai intenzione di allestire con arredi la superficie, è bene che questa sia stabile e sicura, quindi spendere più tempo per posare con criterio, e non doversi più preoccupare dopo.

Stabilità del supporto

Un'adeguata posa in opera delle piastrelle, costruisce di fatto una pavimentazione stabile, sicura, pratica, dove poter allestire una cucina da giardino, un angolo riposo, un gazebo, un punto conviviale completo degli arredi necessari; per far ciò, il supporto deve necessariamente essere solido.

E le piastrelle per esterno, è necessario siano adeguate a ciò che devono sostenere, non presentare problemi di sorta che implicherebbero la rimozione di quanto c'è sopra, risolvere ciò che non va, ed essere posate di nuovo e magari sostituite.

Anche in caso di semplice passaggio, la sicurezza della camminata non può venire meno.

Ricapitolando

1) Valuta se necessario lo scavo nel terreno, specialmente se intendi arredare;

2) inserimento di una rete di contenimento della terra, poi riempi con ghiaia, sabbia per livellare la superficie;

3) Posa delle piastrelle.

Vantaggi e utilità del pavimento sopraelevato in giardino

Soprattutto se intendi usare tutto lo spazio del giardino, e non necessiti di installazioni fisse, la soluzione della pavimentazione sopraelevata può essere interessante.

Lascia intatto il drenaggio, la scelta di colori e finiture delle piastrelle è ampia, idem per i materiali.

La stabilità e solidità di un pavimento posato a dovere, permettono di arredare la superficie nel migliore dei modi.

Se invece disponi di un giardino di medie, o ampie dimensioni, con allestita una veranda che funziona come un'estensione della casa vivibile anche in inverno, puoi ricorrere al pavimento flottante, che appoggia sopra supporti regolabili, che appoggiano sul massetto.

Così si verrebbe a creare un'intercapedine sotto il pavimento, cosa che quando fa freddo contribuirebbe a mantenere un isolamento termico migliore.

Le piastrelle possono essere sostituite con una certa facilità in caso sia necessario, la scelta di un materiale durevole come il ceramico, sicuramente presenta notevoli vantaggi di tenuta nel lungo periodo.

Non si dilata, è robusto, resistente, non ha problemi di muffa, etc. e forse conviene valutare la spesa di un prodotto destinato a rimanere, oltre che inevitabilmente presentare vantaggi dal punto di vista estetico, e pratico.

Che sia facile anche la pulizia.


 

Vuoi cercare un articolo?