Menu

af1.it

Uno che scrive

Pareti di casa con colori diversi

7 minuti
aggiornato il
Semplice esempio di parete con colori diversi: abbinando diversi colori secondo i propri gusti e qualche buon criterio, si creano interessanti percezioni visive anche negli spazi ridotti

Colori diversi sulla stessa parete

Alternando i colori nella stessa parete può dare risultare eccellenti, senza eccedere con il colore lasciando il giusto spazio bianco.
Anche quando si è fatta la scelta dei colori da usare per colorare le pareti di casa, può tornare utile osare un poco e cambiarne la disposizione, alternarli, uscire magari dagli schemi che si sono sempre rispettati, vuoi per abitudine, vuoi per il timore di non essere in grado di ottenere i risultati sperati, soprattutto quando si decide di pitturare casa da soli.
Vale la pena di provare ad andare oltre, senza eccedere ma fidandosi del proprio istinto.

Preparare le pareti da dipingere

Come sempre, non c'è mai la necessità di strafare, di stravolgere il proprio stile nel fare le cose, è sufficiente dare quell'impronta nuova e diversa rispetto a prima, giusto per cambiare prospettiva e rinnovare, ravvivare l'ambiente, e quale migliore occasione per farlo quando si decide di imbiancare le pareti di casa.
La prima cosa importante da rispettare quando si intende pitturare è avere una buona mano nella tinteggiatura, anche se non si è imbianchini esperti con attenzione e impegno si possono comunque ottenere buoni o ottimi risultati, divertendosi anche, non ultimo si risparmia denaro.

Nel caso il muro non abbia ancora ricevuto l'aggrappante (operazione che viene eseguita sulle nuove murature solo una volta, la prima) e non si è pratici, allora è meglio rivolgersi a personale capace, almeno per dare appunto l'aggrappante e la prima mano di pittura, anche bianca. se poi si vuole pitturare da sé
In questo modo almeno si avranno i muri preparati a dovere da persona capace e pronti per essere tinteggiati dei colori che si preferiscono.

Quando le pareti sono pronte e lisce (eventualmente avendo provveduto con qualche stuccatura e carteggiato dove necessario) siamo pronti per pensare a come distribuire i colori, e quali.

Aiutandosi semplicemente con il nastro adesivo di carta per disegnatori si possono creare tracciati dove alternare il colore, delimitare perimetri dove dipingere di un colore poi un altro.
Se si delimitano diversi spazi e si ha il timore di sbagliare, li si può coprire con carta di giornale tenuta incollata al muro dal nastro adesivo sui bordi.

La stesura del nastro adesivo va fatta con calma, nessuna fretta, poi una volta steso è opportuno controllare che sia stato incollato per bene, secondo quelle che sono le misure desiderate.
Si tratta di uno di quei lavori che talvolta possono sembrare noiosi e si vorrebbe andare di fretta per finirli il prima possibile, forse anche spinti dall'ansia di iniziare a pitturare, ma ci si troverebbe pentiti perché ci si dovrebbe fermare diverse volte durante la tinteggiatura per correggere errori qua e là che andrebbero a creare sbavature se si continuasse a pitturare.

Quando si inizia a dipingere è opportuno che tutto sia pronto e in ordine e non ci si debba più preoccupare d'altro che non sia la corretta stesura delle pittura con rullo e pennello.

Alternare colori diversi con strisce orizzontali, verticali, quadrati concentrici, altro non fa che ampliare la profondità e l'ampiezza degli spazi all'impatto visivo: è importante scegliere colori che riescano ad ottenere questo effetto.

E onestamente farlo col pc è improbabile …

I colori vanno scelti con cura, calma, confrontandoli con le tabelle relative alla pittura che poi si intende acquistare.

Esempio per pitturare una parete dipinta con strisce verticali a colori alternati

Dipingere le pareti con strisce verticali

Dipingere a strisce verticali alternando i colori è forse uno dei metodi più semplici ed efficaci per cambiare prospettiva ad un ambiente, ampliare lo spazio all'impatto visivo, e secondo i colori utilizzati si possono ottenere interessanti abbinamenti capaci di rivoluzionare le stanze.
Grigio chiaro e rosso, giallo e blu, bianco e verde, grigio scuro e arancio, con le tonalità di colore che si preferiscono.
Per posizionare il nastro adesivo basta aiutarsi con il metro e partire da una delle 2 pareti laterali, stabilire le dimensioni delle strisce e segnare un punto con la matita sia in alto che in basso, unire il nastro adesivo sia sopra che sotto mantenendolo allineato agli stessi punti.

Per le misure della larghezza delle strisce, mantenere la misura relativa ad un sottomultiplo della parete probabilmente dona un aspetto più lineare, purché le linee non siano troppo sottili, cambierebbe parecchio il risultato della tinteggiatura, forse rendendola poco piacevole.
Probabilmente strisce di buona larghezza risultano migliori all'impatto visivo.
Esempio: parete larga 4 metri, strisce larghe 40 – 50 cm.

Anche una parete pitturata con strisce verticali alternando il colore offre una buona soluzione per cambiare la prospettiva di uno spazio, queste soluzioni di alternare i colori possono tornare utili anche e soprattutto in ambienti piccoli, che poi sembrano più grandi ampliando la profondità della percezione visiva.
Altra idea è quella di avere 3 pareti in tinta unita e 1 a strisce di colore alternato.
Soprattutto quando si usa il colore è sempre bene pitturare il soffitto bianco per migliorare la luminosità dell'ambiente.

Alternare 2 colori o di più ?!

Usare più colori può risultare interessante, perché siano capaci di dare continuità all'ambiente.
Già 3 colori diversi e alternati probabilmente sono un limite, solo 1 in più di 2 (il minimo per alternare i colori) ma più che sufficiente per dare una piacevole discontinuità di colore alla parete.

Dipingendo una sola parete a colori alternati, forse è una maggiore ragione per mantenere le altre pareti in tinta unita, per non rendere la stanza troppo invasiva a livello di colori utilizzati.
2 colori possono fare la differenza in meglio e ottenere risultati estetici notevoli, ma esagerando si finisce nel caos, come logico supporre.

Come pitturare una parete a strisce orizzontali con colori alternati

E le strisce orizzontali ?!

Anche le strisce orizzontali possono essere piacevoli; dipende dalla scelta dei colori e dagli abbinamenti, e anche se questo criterio è sempre valido la differenza della disposizione (orizzontale o verticale) delle strisce cambia decisamente la prospettiva della parete, quindi della stanza.

Pitturare una parete con strisce colorate

Parete dipinta con bande di colori diversi

Lasciando le altre pareti in tinta unita preferibilmente di un colore chiaro e soffitto bianco, una parete potrebbe essere dipinta con diverse bande colorate.
Volendo fare un lavoro ancora più preciso, gusti soggettivi permettendo, con il nastro adesivo si potrebbe lasciare uno spazio bianco molto sottile in larghezza (pochi millimetri) tra una striscia colorata e l'altra.
Ovviamente per fare questo è necessario dare alla parete una prima tinteggiatura di bianco prima di procedere con gli altri colori.

Quadrati concentrici di colore alternato

Quadri concentrici con colori alternati

Altra idea è quella di dipingere quadrati, rettangoli o rombi concentrici; il disegno da realizzare con il nastro adesivo richiede ovviamente più tempo, ma poi si ottiene un risultato interessante.
Questa soluzione permette di ampliare (anche molto) la percezione di profondità ed ampiezza dello spazio.

Quadri concentrici con colori alternati

Dipingere la parete con rombi concentrici

Probabilmente i rombi concentrici di colore alternato riescono ad offrire un maggiore effetto rilassante, più dei quadri, del resto l'effetto di figure concentriche dà una sensazione se non ipnotica però abbastanza coinvolgente in quanto queste figure, inevitabilmente, tendono ad attirare l'attenzione, sembrano quasi richiamare quando si posa lo sguardo sopra.

Quadri concentrici alternando i colori

Il colore bianco è lo sfondo ideale

Se si decide di dipingere una parete con colori diversi, indipendentemente che siano strisce, forme geometriche, occorre decidere se lasciare lo sfondo chiaro o colorato.
Lo sfondo bianco non sbaglia mai quando si decide per tinteggiature con colori alternati.
Il bianco è il più luminoso dei colori, rilassante, dona una sensazione di pulito, è confortevole, ed i colori su di esso non possono che risaltare, esaltare.

È il colore basilare dal quale partire quando si dipinge una casa per arrivare poi ai colori, è elegante e sen abbinato, con gusto a qualche colore azzeccato, può regalare ambienti davvero belli, confortevoli, i colori delle pareti delle case in cui si vive hanno un'influenza notevole sull'umore di chi ci vive.
Nulla vieta di partire da uno sfondo colorato; inevitabilmente però è più incombente, i colori che ci appoggiano sopra risulteranno sicuramente più pesanti di quanto sono in realtà.

Troppi colori potrebbero risultare invadenti, anche 2 soli colori possono fare la differenza e caratterizzare fortemente un ambiente; a maggior ragione se si decide di utilizzare più di 2 colori è opportuno dare il giusto spazio al bianco, sicuramente al soffitto e se non anche alle altre pareti che almeno abbiano un colore molto chiaro e tenue.

Anche e soprattutto in piccoli spazi, case e stanze di piccole metrature; una tinteggiatura come si deve è in grado di valorizzare al meglio l'ambiente, dando la sensazione di riuscire a sfruttare ogni centimetro dello spazio a disposizione.
Il colore arreda da solo l'ambiente.

Buona pittura !!!

 

               

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.
Dona con PayPal