Come ottimizzare il riscaldamento e ridurre la dispersione di calore

aggiornato il
Finestre ben integrate nell'edificio che danno l'idea di un buon isolamento termico e acustico
Finestre ben integrate nell'edificio

Per migliorare la resa del riscaldamento e mantenere un clima ideale sono sufficienti alcuni accorgimenti che possono incidere positivamente.
Il primo ?! Evitare lo spreco.
Sembra banale, ma pensaci bene, e controlla con attenzione la tua casa per ridurre la dispersione di calore.

  1. Cosa controllare
  2. Porte, finestre e infissi
  3. La dispersione di calore

Cosa controllare per evitare la dispersione di calore

Diamo per scontato che l'impianto di riscaldamento sia efficiente e funzioni bene ?!
In caso contrario, moooooolto ovviamente, occorre risolvere il problema alla sua radice.

L'aerazione quotidiana e abbondante dei locali è sempre indispensabile, le case non devono essere a tenuta stagna, ma è bene controllare che non ci siano dispersioni, anche minime, in quanto sono capaci di incidere negativamente sul rendimento del riscaldamento e sulla spesa in bolletta.

Controllare la tenuta dei serramenti;

     • porte;

     • finestre;

     • infissi di porte e finestre.

È bene dedicare particolare attenzione nel controllare lo stato delle guarnizioni, e se sono presenti spifferi tra muro e infissi.
Non si vedono ?! Si sentono però; prova a tenere la mano vicina all'infisso, pochi centimetri, se ci sono si sentono eccome.

La coibentazione delle pareti com'è ?

Se questa fosse mediocre il problema della dispersione del calore resterebbe comunque, tuttavia (e forse a maggior ragione), vale la pena di fare del proprio meglio per migliorare il comfort cercando di ridurre al minimo possibile la dispersione.

Porte, finestre e infissi influiscono sull'eventuale dispersione di calore

L'isolamento degli infissi di porte e finestre va controllato attentamente, molto spesso è proprio da lì che entrano lievi ma continui spifferi d'aria capaci di rendere instabile la temperature di casa, e comunque incidere in modo notevole sulla dispersione di calore.

Ormai i doppi vetri sono di casa per chiunque, ora d'obbligo per la realizzazione delle case, e se ancora non ci fossero sarebbe bene provvedere ad averli.

Per qualche anno ho abitato in una casa dove, una volta corrette le imperfezioni dell'installazione degli infissi con del sigillante siliconico (sì proprio lui, il silicone …), ho notevolmente migliorato la resa del riscaldamento e praticamente annullato la dispersione di calore.

Dal minuscolo spazio (non visibile ma percepibile) che c'era tra infissi e muro, fischiava una lieve, ma continua, corrente d'aria fredda in inverno che inevitabilmente disturbava il mantenimento della temperatura interna, di 20°C con riscaldamento in funzione.

Era dovuto ad una posa in opera degli infissi piuttosto sbrigativa, si vedeva, ma quando sono entrato l'appartamento era così, quindi ho cercato un rimedio; e l'ho trovato.

Risolto il problema ho praticamente dimezzato il tempo di accensione del riscaldamento, da 8 a 4 ore circa, in quanto, dopo avere areato abbondantemente i locali la mattina, chiuso le finestre e acceso il riscaldamento, la resa del calore si sentiva in modo netto, migliorando notevolmente il comfort.

Altra attenzione è da dedicare alla porta d'entrata, o alle porte che comunicano con l'esterno.

Le guarnizioni (sia delle porte che delle finestre) devono sempre essere in condizioni ottimali, se dovessero risultare secche, asciugate, sono da cambiare; per mantenerle bene si possono ungere con un pennello poco unto di olio, saltuariamente, soprattutto nella stagione fredda.

Rivestono un'importanza particolare nell'evitare gli spifferi e ridurre quindi drasticamente la dispersione di calore.

La dispersione di calore: a cosa è dovuta

● Un semplice, e anche lieve, spiffero d'aria può contribuire in modo notevole a rovinare, corrompere il clima ideale creato dall'impianto di riscaldamento.

E molto di più di quanto si possa pensare; si tratta di una continua entrata di aria fredda in grado di abbassare di qualche grado centigrado la temperatura nel giro di poco tempo.

Bastano semplici ed economici interventi per migliorare notevolmente la resa del riscaldamento e ridurre drasticamente la dispersione di calore.

Abiti sottotetto ?! All'ultimo piano, o in mansarda; se la coibentazione del tetto non è stata eseguita come si deve, questo potrebbe influire, anche se comunque il calore si sposta verso l'alto.

E le spese di manutenzione del tetto in condominio sono a carico di tutti i proprietari, non solo di coloro che abitano gli ultimi piani.

● Se i doppi vetri sono in pessime condizioni, chiedi eventualmente un preventivo per farli rimettere in efficienza, e valuta se la spesa conviene oppure se conviene di più acquistarli nuovi.

La corretta posa in opera dei serramenti ti fa trovare oltre la metà dell'opera; non sottovalutare mai questo aspetto.

● Se entri ad abitare in una casa con qualche problema di dispersione di calore, cerca con cura dove sono i problemi, e rimedia; è molto più facile di quanto sembra.

 

                   

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it dai il tuo contributo.
PayPal.me af1it

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi dare un contributo, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

2 Comments