Letto: quale, e come scegliere

Letto matrimoniale con materasso di importante spessore: il letto è necessariamente uno dei primi pezzi da acquistare quando si arreda una casa se ci si vive da subito
(photo by Bottlein on Pixabay)

Letto: l'utilità e la buona qualità, legate alle caratteristiche del materasso ne fanno un mobile domestico tra i più importanti.


Anzi, il mobile più importante, comunque tra i più utili in assoluto, per quanto riguarda l'arredamento, o meglio ancora, per un riposo salutare, prima di ogni stile di arredo.
Insieme al tavolo e alle sedie per la sala da pranzo, il letto è quanto di più essenziale si ha bisogno in casa.

Caratteristiche principali

Della composizione delle parti necessarie per formare il supporto, possiamo affermare che le reti siano state quasi completamente sostituite dalle doghe in legno.

Nessuno vieta ovviamente di orientare la propria scelta sulla rete, anche se le doghe garantiscono maggior eleganza del prodotto, nonché qualità di utilizzo certo non inferiori alla rete metallica.

La struttura portante, può impiegare legno o acciaio, a questo punto è corretto analizzare queste strutture, dal momento che, praticamente, è composto da struttura e materasso, le componenti basilari per garantire un buon riposo, in quanto le lenzuola, coperte e copriletto, non incidono sulla qualità della struttura stessa.

Doghe in legno per il materasso

Le doghe in legno, sono solitamente realizzate impiegando legno di faggio.

Sia che si tratti di telaio, oppure di doghe, il faggio è multistrato lamellare, sovradimensionato, per garantire ben oltre la portata necessaria.

Grazie alla lavorazione, il legno riesce comunque a offrire un prodotto anche leggero nel peso, sebbene sia molto resistente.

Il faggio allo stato fresco, ha un peso specifico di 1050 kg/m3, mentre dopo una normale stagionatura, di 730 kg/m3.

Per la produzione delle doghe, il multistrato lamellare viene pressato e curvato a vapore, l'elasticità e relativa durata del tempo, debbono essere stabiliti da precisi test di laboratorio, riportati in etichetta con le altre informazioni della casa produttrice.

Adottano sovente supporti in caucciù, che gode di elevata capacità di resistenza al peso, all'usura, e all'invecchiamento.

Caratteristiche delle doghe

La buona tenuta uniforme del colore, può essere garantita da una pellicola melamminica, ma, dal momento che la melammina insieme alla formaldeide risulta essere la materia prima per preparare quelle che poi sono le resine melamminiche, la soluzione migliore è quella probabilmente di scegliere doghe in cui prodotti naturali, come appositi oli e cere, vengono impiegati per mantenere uniforme il colore del legno.

In questo caso si tratta di un prodotto completamente atossico, si ha maggiore sicurezza, tanto dal melamminico quanto dalle resine epossidiche, usate in taluni casi, per verniciare il legno.

Personalmente lo trovo un controsenso, impiegare la naturale bellezza del legno, e inquinarla con prodotti non completamente atossici per la salute.

La verniciatura a polveri epossidiche, quasi sicuramente viene impiegata per un telaio in acciaio, perché è anche possibile combinare il telaio in acciaio, con le doghe in legno.

I supporti del telaio (gambe del letto), di buona regola hanno supporti in gomma, perché possano appoggiare in modo antiscivolo sul pavimento.

Letto: regolazione rigidità delle doghe

Un'altra caratteristica importante delle doghe, è la possibilità di regolazione con estrema facilità, per ottenere una rigidità del supporto su cui appoggia il materasso, rigidità più o meno elevata, secondo le soggettive esigenze.

La regolazione è possibile semplicemente spostando due cursori in gomma, dall'esterno verso l'interno e viceversa; questi cursori azionano il semplice meccanismo sottostante le doghe, e premendo con la mano, possiamo da subito renderci effettivamente conto della rigidità ottenuta dalla regolazione appena eseguita.

In base alla distanza che intercorre tra una doga e l'altra, è necessario scegliere il materasso di conseguenza.

Quasi inutile probabilmente comprare un prodotto dove le doghe abbiano eccessiva distanza tra loro: il materasso, pur rigido che sia, tenderebbe a non appoggiare correttamente, specie quando supporta il peso della persona, lo spazio eccessivo che si troverebbe tra una doga ed un'altra, creerebbe problemi.

Un buon prodotto, un buon telaio con doghe, dovrebbero tranquillamente supportare fino ai 130 kg di peso.

Telaio in legno massello

Una soluzione per chi ama un supporto particolarmente rigido, soluzione certo non economica, è quella di optare per un telaio completamente in legno massello, in struttura unica.

Ciliegio, noce, ebano, finiture particolari: in questo caso, è davvero una questione di imbarazzo della scelta, anche perché con un prodotto simile, è ovviamente ancor più semplice ottenere un articolo realizzato su misura, ad hoc.

Appena posso, lo compro!

Con baldacchino

Il baldacchino, è puramente estetico, quindi già si esula da una più o meno approfondita analisi di quella che può essere riservata al telaio, ai prodotti impiegati per la realizzazione, etc.

Viene usato ancora in Paesi dove sono presenti parecchi insetti, quali le zanzare, per lo più usato negli hotel per gli stranieri; sul baldacchino vengono posizionate le tende per proteggere dai mosquisto.

Si potrebbe scrivere un libro a proposito del baldacchino, quali tessuti scegliere per le tende, la loro altezza, i colori.

Letto singolo o matrimoniale, l'attenzione credo debba essere concentrata sulla qualità ottimale del riposo, poi, per quanto riguarda l'estetica, ciascuno sceglie come crede.