Lenzuola: tessuti, tipo, igiene, comfort

@ Condividi via Email
Aggiornato:
Lenzuola colorate
(Image by PublicDomainPictures from Pixabay)

Lenzuola: il loro uso migliora sensibilmente igiene e comfort del materasso specialmente quando adeguate per ogni stagione.


Lenzuola: scegliere il tipo di tessuto che meglio incontra le soggettive esigenze, in base alla stagione.

Anche se può sembrare un particolare che conta poco, un acquisto che si può fare anche di fretta, la scelta dovrebbe essere oculata, pensata perché possa dare il giusto benessere, e soddisfazione; a letto, sulle lenzuola, passiamo circa 1/3 della nostra vita.

L'importanza della scelta delle lenzuola

Almeno 7, 8 ore al giorno, si passano a letto.

Se è corretto spendere il giusto tempo per scegliere un buon materasso valutando le diverse imbottiture, il letto con doghe o reti, è altrettanto corretto scegliere con la giusta cura anche il lenzuolo, che di fatto costituiscono il primo punto di contatto tra la persona e il letto, importante per l'igiene del materasso.

Se un materasso comodo e confortevole garantisce una buona traspirazione, non può essere vanificata da un lenzuolo non adeguato.

Questo è certamente un motivo importante per scegliere con cura il tessuto, indipendentemente dal fatto che siano matrimoniali, una piazza e 1/2, singoli, 3 piazze, etc.

Comportano una scelta che viene dopo quella di letto e materasso: deve completare la cura e l'attenzione poste nelle prime 2 scelte.

Scegliere il tessuto delle lenzuola

• Il lino, è particolarmente indicato, igienico, particolarmente traspirante, quindi indicato per chi ha una sudorazione superiore alla media.

È fresco perché capace di dissipare il calore prodotto dal corpo, se pensiamo che in inverno quando sono presenti le coperte, o il piumone, fa piuttosto caldo, questo è un aspetto importante in quanto contribuisce a mantenere una corretta temperatura corporea.

Anallergico, delicato con la pelle, e più costoso di altri tessuti, può essere la scelta giusta.

• Il cotone, è uno di quei classici che non deludono mai.

Forse il tessuto più acquistato in assoluto, anche il cotone è indicato per le pelli sensibili purché non trattato con agenti chimici durante i procedimenti di tessitura.

È traspirante, come il lino si lava tranquillamente in lavatrice.
Meno costoso di lino e seta, comunque ottimo, duraturo e versatile.

• La seta è il tessuto più costoso, ha estimatori che mai ci rinuncerebbero, capace di essere particolarmente confortevole in quanto caldo con le stagioni fredde, e fresco d'estate.

Occorre prestare maggiore attenzione durante il lavaggio, perché la seta è più delicata di altri tessuti, e costa sicuramente di più.

Cambio dei tessuti in base alla stagione

• Nulla vieta ovviamente, anzi, di sostituire la tipologia di tessuto quando cambiano le stagioni.

In zone particolarmente fredde ad esempio, le lenzuola di flanella sono particolarmente apprezzate; tessuto caldo, consistente, buon isolante termico, particolarmente morbido e piacevole al tatto, regala subito una sensazione di calore, nelle stagioni fredde è particolarmente piacevole.

• Il misto lino (lino e cotone), è un'interessante alternativa, regolare nella stesura, e resistente.

• Il misto raso e cotone, rappresenta forse una scelta più ricercata, perché possa incontrare specifici gusti, lucido, con effetto seta (tessuto prediletto per questo tipo di armatura (Wikipedia).

• La scelta del tessuto è meglio cada sul naturale, sicuramente più indicato dei sintetico, che non ha sicuramente le stesse capacità traspiranti.

Nonostante la microfibra offra buoni risultati, per quanto riguarda questo specifico accessorio, penso che il tessuto naturale sia maggiormente indicato.

Il lenzuolo è a contatto particolarmente ampio, totale, con il corpo, quindi l'importanza della traspirazione è fondamentale, per il benessere e l'igiene.

• La canapa e il cotone grezzo, erano tessuti parecchio utilizzati fino a qualche decennio fa, piuttosto ruvidi, rispetto alle abitudini odierne dei più.

Lenzuola ad angolo

Possono essere dotate di elastico agli angoli, oppure senza, come preferisci.

Quelle ad angolo, sono grandi quanto il materasso, per fare in modo che gli elastici possano aggrappare facilmente il lenzuolo, sotto il materasso.

Le altre invece hanno dimensioni maggiori, e vanno tese per bene quando dispiegate.

Il lenzuolo superiore, quello che va sotto le coperte, ed è a contatto con il corpo, e quello inferiore, che avvolge il materasso, possono essere vendute insieme alle federe dei cuscini, coordinati, oppure separatamente.

A prezzi decisamente abbordabili, si trovano fodere per materasso singolo, che matrimoniale.

Colori vivaci, tenui, rilassanti, rassicuranti, sono estremamente piacevoli e in grado di personalizzare l'intera camera da letto.

Cura delle lenzuola

Prima del lenzuolo, si può valutare se usare anche il coprimaterasso; attualmente perlopiù, i materassi oggi vengono venduti con una fodera di buon tessuto, che praticamente ne svolge il ruolo.

Se necessario comunque, si può aggiungere il coprimaterasso vero e proprio, se si ha timore che si possa sporcare, o comunque mantenerlo più pulito, con una barriera in più.

La qualità del tessuto è fondamentale, ovunque vada la scelta, quello naturale è sicuramente più indicato.

Ne sono necessari diversi, in modo da avere il cambio sempre disponibile, proprio come per gli indumenti.

Il lavaggio in lavatrice è semplice, è più complicato stenderli per fare attenzione che non tocchino terra, o che non si sporchino, quando si utilizza lo stendipanni sul balcone.

Preparare, rifare il letto, è un'operazione semplice ma che va fatta con attenzione, nel sistemare il telo in modo omogeneo.

È più facile in questo caso con quelle ad angolo, ma c'è chi preferisce inesorabilmente quelle senza, più abbondanti nelle misure, e se ben sistemate, nonostante la mancanza di elastici, possono risultare ancor più tese e omogenee di quelli ad angolo.

Igiene

Il lenzuolo inferiore, deve risultare ben teso e liscio, senza arricciature.

Anche la sistemazione, merita la giusta attenzione, come quelle inferiori che avvolgono il materasso.

Sono quelle che sicuramente tendono a disordinarsi prima, perché spesso movimentate, soprattutto quando capita di avere sonni agitati.

Ogni giorno, quando si rifanno, dopo una sana e abbondante aerazione, vanno sistemate per bene sotto il materasso nella loro parte inferiore, insieme alle coperte, affinché possano risultare ben allineate a queste.

Devono essere un piacere ogniqualvolta ci si sdraia sul letto, e ci si copre; devono risultare confortevoli, piacevoli e gradevoli al tatto.

Ogni giorno quando ci si alza, è importante sempre aerare abbondantemente i locali lasciando il letto disfatto, di modo che anche materasso e fodere possano ricevere abbondante aria nuova.

Lavaggi e ricambi frequenti, mantengono una sana e corrette igiene di lenzuola, materasso, persona.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.