Menu

af1.it

Uno che scrive

Isolamento termico dei serramenti, gradi giorno e zona climatica

7 minuti
aggiornato il
Contesto quasi onirico di serramenti, ma quanto conta sono le capacità di isolamento termico e acustico

Contesto originale di serramenti

La trasmittanza termica relativa ai serramenti è la loro capacità isolante termo-acustica. Questa capacità è determinata dalla qualità dei materiali impiegati per realizzare il serramento, la bontà della realizzazione e dalla loro posa in opera.

Zone climatiche e isolamento termico dei serramenti

Fermo restando che la capacità isolante deve partire da una buona coibentazione dell'edificio, i serramenti, composti da telaio, vetro, guarnizioni e giunto, possono dare un buon contributo in termini di risparmio energetico.

Le diverse zone geografiche influenzano in maniera determinante la scelta del serramento e la sua capacità isolante complessiva, misurabile con la trasmittanza termica. Per questo sono stabilite zone climatiche per la classificazione del territorio e di conseguenza regolamentare i parametri minimi per legge di un serramento per ogni specifica zona (comune o località), al fine di avere un isolamento ottimale degli edifici ed incidere positivamente sul risparmio energetico (e maggior tutela dell'ambiente utilizzando energia pulita).

Le classificazione climatica delle diverse zone geografiche va da A ad F, dove A rappresenta le zone più calde ed F quelle più fredde.

Esempio:

Palermo
è in una zona climatica classificata con B, 833 Gradi / Giorno ed il riscaldamento è consentito dal 1 dicembre al 31 marzo per 8 ore al giorno.
Courmayeur
è in zona climatica classificata F, 3926 GG, ed il riscaldamento consentito dal 1 gennaio al 31 dicembre per 18 ore al giorno.

Quindi è ben chiaro che un serramento con una determinata trasmittanza termica non può essere lo stesso in zone geograficamente così diverse, le cui temperature sono così distanti: secondo la Delibera del Consiglio dei ministri del 31 maggio 2013 (Detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica) i nuovi limiti (intesi come parametri minimi) di trasmittanza termica dei serramenti nella zona F sono di 1,1 W/m2K, e di 2 W/m2K in zona B.

I fattori che determinano le condizioni ambientali (latitudine, altitudine, conformazione del terreno, posizione geografica, presenza di mari, fiumi, monti, etc.) condizionano, come logico che sia, la scelta di uno specifico serramento invece che un altro, per gli ovvi motivi cui sopra.

Così come un serramento con trasmittanza termica 1 può risultare eccessivo per la città di Palermo che ha un clima molto più mite paragonato a quello di Courmayeur, serramento che invece con un valore di 3 non sarebbe idoneo per temperature rigide (anche se fosse, e non è, consentito per legge).

Occorre anche ricordare che i serramenti, più risultano isolanti e più sono costosi; la tecnologia produttiva per un serramento destinato ad una zona geografica con frequenti escursioni sotto gli 0°C, sebbene similare, non può essere identica a quella per realizzare un serramento destinato ad una ipotetica temperatura media di 15°C.

La qualità che possono avere entrambi i serramenti in esempio non è in discussione, nonché la bontà della lavorazione; ma laddove è richiesto maggiore potere isolante c'è maggiore dispendio produttivo, in termini di progettazione, scelta dei materiali, dimensioni specifiche, etc.

Tabella zone climatiche e periodo consentito di riscaldamento

Con il seguente link è possibile stabilire a quale zona climatica appartengono i Comuni italiani:

Guarda le zone climatiche di appartenenza dei comuni italiani
(Altitudine SLM, Gradi Giorno, Zona climatica)

Guarda la zona climatica di appartenenza dei comuni italiani

Gradi / giorno (GG) e isolamento termico dei serramenti

GG è la somma della differenza (calcolata sul periodo annuo di riscaldamento) tra la temperatura ambiente convenzionale di un luogo riscaldato (20°C) e la temperatura media esterna giornaliera.

Queste differenze vengono calcolate solo se risultano positive; in caso contrario non c'è la necessità di riscaldamento se la temperatura esterna è superiore a quella interna degli edifici.

Quando il valore GG risulta elevato significa che la differenza è notevole, tra temperatura convenzionale di un ambiente riscaldato (20°C) e temperatura esterna. Più questo valore è basso, significa invece che non si necessita di molta energia per portare l'ambiente interno da riscaldare alla temperatura convenzionale.

La temperatura esterna viene rilevata più volte al giorno e poi viene fatta una media. Tale media viene sottratta dalla temperatura media convenzionale di 20°C di un ambiente interno riscaldato.

Esempio:
se la temperatura media esterna giornaliera fosse di 16°C: 20°C – 16°C = + 4°C.

Quindi tale differenza viene presa in considerazione perché positiva. Contrariamente se la temperatura esterna fosse di 22°C: 20°C – 22°C = – 2°C – quindi non vi sarebbe necessità di riscaldare l'ambiente interno perché più caldo di quello esterno.

Le zone climatiche sono state così stabilite proprio in virtù della differenza tra la temperatura media esterna giornaliera di ogni luogo, e la temperatura convenzionale di un ambiente riscaldato a 20°C.

Trasmittanza termica dei serramenti

La trasmittanza termica (U = W / m2 K) quantifica, misura le proprietà isolanti, nella fattispecie, del serramento. Questo calcolo viene fatto valutando la trasmittanza termica:

● del telaio

● del vetro

● delle guarnizioni

● del giunto (detto anche “nodo”) anta / telaio

Dopo di che viene calcolata una media da assegnare al serramento; altro punto importante è quello della posa in opera del serramento, che deve sempre essere eseguita da personale capace. Anche il migliore dei serramenti potrebbe vedere vanificate le ottime proprietà isolanti se non posato come si deve.

La stessa cura della posa in opera è di fondamentale importanza per ogni serramento, che sia porta, doppi o tripli vetri, porte finestra, etc.

Ricordo qualche anno fa quando avevo acquistato e fatto installare delle tapparelle in alluminio (anti-taglio anche se non proprio blindate); la posa in opera non è stata per niente all'altezza della situazione: spifferi di aria, serrature che non coincidevano agevolmente con le scanalature nel muro. È stato necessario l'intervento di un secondo tecnico (il prodotto era ovviamente in garanzia), questa volta più capace dei colleghi precedenti, per sistemare a dovere la posa in opera.

Tornando ai serramenti con doppi vetri, il cosìddetto nodo primario è quello relativo al giunto di posa in opera controtelaio / muro, mentre il nodo secondario è quello tra controtelaio e serramento. Se non è presente il nodo secondario è solo il primo che è comunque sempre importante ai fini della posa in opera ottimale del serramento.

La posa in opera del serramento, che sia con controtelaio o senza, è compito del serramentista; parlare di trasmittanza ha senso logico solo se la posa in opera è eseguita come si deve. Mi è capitato spesso di vedere diversi appartamenti ristrutturati, dove la posa in opera dei serramenti era sì buona, ma quella del controtelaio lasciava a desiderare: ed i conseguenti spifferi d'aria incidono in maniera pesante sul dispendio energetico, molto più di quanto si possa pensare.

Ci sono aziende specializzate che anche grazie all'impiego di un termoflussimetro valutano attentamente un edificio, o un singolo appartamento, per porre rimedio laddove risultino imperfezioni nella costruzione o nella posa in opera dei serramenti, perché è solo attraverso l'attenzione ad eventuali dispersioni di calore che si può incidere in modo determinante sul risparmio energetico.

Le costruzioni più recenti di edifici fortunatamente devono rispondere a requisiti di legge in favore del risparmio energetico, in caso contrario non è possibile edificare; per quanto riguarda invece le ristrutturazioni alcune non vengono eseguite come se si trattasse di edifici nuovi e questo è un peccato. Tanto per il proprietario, che potrebbe vendere un appartamento ad un prezzo più alto, quanto per il locatario o l'acquirente, che deve spendere molto denaro in più in energia.

La trasmittanza termica è così calcolata:

Uw = ( Ag * Ug + Af * Uf + Lg * ψg ) / ( Ag + Af )

Dove:

Ag – è l'area del vetro

Ug – La trasmittanza termica del vetro

Af – La superficie del telaio

Uf – Trasmittanza termica del telaio

Lg – Perimetro del vetro

ψg – Trasmittanza lineare dei distanziatori metallici (vetrocamera)

Questa è la tabella dei parametri minimi di trasmittanza termica delle finestre (complete di serramento) quando installate dove siano presenti sistemi di termoregolazione o di valvole termostatiche sui caloriferi, secondo il D. Lgs. 04 06 13 n.63.

Valori minimi di trasmittanza termica dei serramenti

Detrazioni fiscali sull'acquisto di serramenti

● Il D. Lgs. 4-6-13 n. 63 atto a migliorare le prestazioni energetiche degli edifici, concede una detrazione fiscale anche per l'acquisto dei serramenti laddove siano rispettati i criteri contenuti (come i valori limite per la trasmittanza termica), tra i quali è previsto che si vada a portare migliorìe su almeno 1/4 dell'edificio in questione.

Questo il link alla pagina dell'agenzia delle entrate relativa alle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edili: Agenzia informa – Ristrutturazioni edilizie.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

 

 

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari, per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa. Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi