Come avere un giardino con orto sul balcone

    
aggiornato il  
Come avere un giardino con orto sul balcone: con pazienza, impegno, fantasia
Balconi con vegetazione

Giardino con orto sul balcone di casa: può essere molto meno complesso di quanto si possa immaginare e semplice da gestire.

 

Giardino con orto sul balcone di casa: appagante

ppagante: perché poche cose danno soddisfazione come mangiare frutti della terra che hai coltivato da te.

Giardino con orto sul balcone: la portata in termini di peso

Può essere possibile anche su di un piccolo balcone, e questa è già di per sé una cosa bella.

Qualche vaso sufficientemente capiente per contenere quella terra necessaria a coltivare fiori, o piante utili a cucinare (timo, maggiorana, basilico, peperoncini, salvia, etc.), e da mangiare, come l'insalata.

1) A scanso di equivoci: occorre avere la certezza che il balcone sia in grado di supportare il peso.

Negli edifici la portata solitamente è di 400 kg/m2, nelle costruzioni parecchio più datate potrebbe essere diverso.

meglio informarsi prima se non si hanno certezze (chiedendo al costruttore, ad un geometra o architetto del Comune ad esempio), per essere certi di non combinare guai.

Il peso di un grande vaso pieno di terra, specialmente di ampia capienza, può essere notevole, quindi bene essere certi della solidità del balcone prima di mettersi all'opera.

2) Una volta stabilita la portata, quindi la tenuta del balcone, la fantasia può creare la giusta idea per allestire il giardino, o l'orto, o entrambi, sul balcone di casa.

Lo spazio disponibile sul balcone

Risulta di fondamentale importanza comprendere come possa essere facilmente accessibile il balcone una volta allestito: vasi, fioriere, supporti grandi e rettangolari per coltivare le verdure.

Quando il balcone risulta completamente arredato, serve lo spazio sufficiente per poter eseguire la necessaria manutenzione, in tutta comodità.

Il lavoro che ci sarà da fare richiede tempo e praticità di azione, lavorare senza impedimenti, quindi in base allo spazio disponibile occorre valutare quali e quanti supporti puoi utilizzare.

Contenitori rettangolari, quadrati, tondi, pallets, cassettiere; si possono utilizzare davvero tanti contenitori diversi per coltivare piante, fiori e verdure sul balcone.

Anche se lo spazio è particolarmente ridotto non serve drammatizzare, nulla è perduto -:)

Sono sufficienti alcuni vasi per coltivare almeno le erbe aromatiche essenziali, quelle che servono maggiormente in cucina, e potrai averle sempre a portata di mano: …'na bellezza !!!

Se lo spazio è limitato fai una scelta

Se il balcone fosse particolarmente piccolo, non sarebbe nemmeno da buttare l'idea di utilizzarlo completamente come orto;può sembrare un'idea folle ma nemmeno più di tanto.

Oppure completamente come giardino, allestito con fiori e piante.

Tuttavia, anche nel caso di una scelta che privilegia una o l'altra soluzione, qualche vaso o di piante aromatiche in caso di balcone allestito con fiori, o qualche vaso di questi ultimi se il balcone fosse adibito principalmente ad orto, potrebbe essere davvero una soluzione interessante e gradevole.

Balcone rettangolare

Se il tuo balcone è rettangolare, immagina una fioriera anch'essa rettangolare di buone dimensioni, che lasci giusto lo spazio per passarci intorno, il perimetro libero.

Avresti utilizzato quasi tutto lo spazio disponibile e potresti comunque intervenire piuttosto agevolmente per i lavori di ordinaria manutenzione; piantare, innaffiare, etc.

Anche una vecchia cassettiera come contenitore, ebbene sì, con i cassetti sistemati a terrazze a partire con quello nella parte superiore aperto poco, e gli altri a scendere di più.

Se utilizzi contenitori alternativi, per così dire, devi sempre comunque preoccuparti di fornire un drenaggio idoneo prima di allestire il tutto.

L'allestimento di un piccolo orto con giardino sul balcone

1) Ricorda sempre di mettere attenzione a che i vasi non perdano acqua o terriccio che possa finire di sotto; sarebbe fastidioso sia per altri condòmini che per chi passa sulla strada sottostante.

2) Specialmente quando lavori ai vasi, o si annaffia, potrebbe tornare utile un semplice sottovaso, oppure materiali assorbenti capaci di trattenere eventuale acqua in eccesso fuoriuscita dal drenaggio; dopodiché anche strizzare questo materiale fa parte del lavoro di ordinaria manutenzione.

3) Solo una volta ben posizionato il contenitore, si può procedere a riempirlo con terriccio e qualche coccio magari nella parte sottostante per favorire il drenaggio.

Pensa al peso che il contenitore avrà quando pieno, potrebbe non essere così semplice spostarlo.

Contenitori rettangolari

4) Sia che tu intenda coltivare fiori, invece che ortaggi, o entrambi secondo lo spazio disponibile, contenitori piuttosto allungati e sufficientemente larghi possono offrire ottime soluzioni, e l'altezza solitamente non necessita quasi mai di superare i 30 cm circa.

Contenitori rotondi: il classico vaso

Il classico vaso, ha sempre il suo fascino, specialmente quando comincia ad avere capienze importanti.
La sua estetica e praticità, non sono mai messe in discussione.

E possono anche risultare alti 40 cm o più, in base a quanto intendi coltivare.

Occupare lo spazio centrale del balcone e lasciare libero il perimetro

  • Soprattutto in caso di spazio disponibile piuttosto limitato, quella di occupare quasi tutto lo spazio lasciando un perimetro sufficiente per muoversi, può risultare la soluzione più allettante.

Occupare il perimetro e lasciare libero lo spazio al centro

  • O ancora, invece di lasciare libero il perimetro del balcone con una grande fioriera nel mezzo, fare l'opposto: occupare il perimetro con vasi lunghi e stretti.

Ed anche in questo caso, lo spazio che si guadagna non è indifferente, per avere a disposizione concretamente una buona superficie per coltivare fiori o piante, specialmente quelle che servono in cucina.


Felice Amadeo

L'autore: Felice Amadeo