Cuscino per dormire: se non è comodo preferisco senza

🕐 5 minuti @ Condividi via Email
Aggiornato:
Cuscino per dormire
(Photo by Gregory Pappas on Unsplash)

Cuscino per dormire: il complemento di un buon materasso, se non lo trovo comodo preferisco non usarlo, provoca fastidio al collo.


Quanto è importante la comodità del cuscino per dormire ai fini del benessere di un sano riposo?

Soprattutto se hai già investito denaro e tempo nella scelta di un buon materasso, il guanciale dovrebbe completare l'opera, di fatto esaltare il riposo offerto dal letto.

Imbottitura e fodera, semplicemente.
Se non è comodo, meglio non usarlo, disturbi che partono dal collo possono coinvolgere la schiena, le spalle e comunque sono fastidiosi, e potenzialmente dannosi.

Imbottitura del cuscino per dormire

Alcune persone preferiscono dormire senza, per avere testa e collo in linea con la schiena, e si trovano bene, non sono quando restano in posizione supina, bensì anche quando dormono appoggiate sul fianco.

Se non si dorme comodi, anche se c'è un solo particolare che disturba, rovina il sonno, e può creare fastidiosi disturbi muscolari, per cominciare.

Come per qualsiasi altro supporto per stare seduti o sdraiati, l'importanza dell'imbottitura è notevole.

In questo caso, la densità dovrà essere adeguata, non può essere così rigida come quella del materasso, sebbene necessiti comunque di una certa consistenza.

Cuscini che fanno sprofondare dentro il capo, personalmente non li tollero, preferisco dormire senza.

Meno rigido del materasso, che deve sostenere il peso del corpo, tuttavia deve avere la corretta densità.

Poca imbottitura ma della giusta consistenza

Non devono rimanere buche, come accade nelle peggiori imbottiture, dev'essere invece morbida e anche consistente, per avere una certa elasticità.

L'imbottitura dovrebbe avere la stessa qualità, pur con caratteristiche diverse, del materasso: deve sostenere il capo in maniera gradevole, risultare confortevole, senza nessun cedimento o discontinuità, ma risultare omogenea e compatta.

Poliuretano espanso, con diverse quantità di acqua nel processo di schiumatura, lattice, di modo che sia anche anallergico, quindi ben compatibile.

La fodera è l'altro aspetto importante; traspirante, morbida, igienica, esteticamente apprezzabile, proprio come il letto, e il materasso.

Come le lenzuola viene lavata spesso, ma un tessuto idoneo, favorisce sempre sia l'igiene, che il comfort.

Le misure

I cuscini per dormire, vengono venduti per lo più in dimensioni standard di 80×40 cm circa, anche se vengono acquistati quasi sempre insieme al materasso, è sempre meglio prestare attenzione a quello che non è un particolare; ma parte integrante di un sano e corretto riposo.

La densità del materiale che compone l'imbottitura, ha importanza anche su quella che sarà l'altezza effettiva del cuscino.

Quando il capo è appoggiato, esercita una certa pressione; anche solo provando con le mani a premere, ti puoi rendere conto della bontà del prodotto.

Se è alto indicativamente 10, 15 cm circa, occorre capire quale sia l'altezza effettiva una volta che il capo si appoggia, e il guaciale si schiaccia, inevitabilmente.

Se si parte da un'altezza di 12 cm e quando il capo è appoggiato si arriva a 6, 7 cm serve valutare la comodità, o scomodità, soggettive.

Un'altezza di circa 12 cm che mantiene una certa elasticità e consistenza, e si abbassa di 4 cm circa una volta premuto dal capo appoggiato, forse ha una consistenza media che può essere comoda, ma è sempre soggettiva la valutazione, quindi le caratteristiche del prodotto.

Standard

• Quando appoggi il capo, ti accorgi subito se crea una certa elasticità, o ti lascia sprofondare; il che non va bene.

La funzione è quella di fornire la giusta consistenza di appoggio, se si schiaccia troppo una volta premuto, significa che l'imbottitura è come se non ci fosse.

D'altro canto, se fosse troppo rigido, darebbe più fastidio che comfort, senza dimenticare che oltre il fastidio, se prolungato, possono arrivare i dolori, e non è un modo di dire.

Valutare è l'unico modo per comprendere quale sia il prodotto giusto per ognuno.

Misure troppo ampie, abbondanti, possono anche dare fastidio, risultare ridondanti secondo quelle che sono le soggettive esigenze.

Però serve per appoggiare la testa, che quando appoggiata non debba far sentire scomodi, collo, spalle, schiena.

Non troppo grande, le misure standard sono buone; non troppo soffice.

Come scegliere un buon prodotto

È sufficiente premere con le mani, facendo un po' di forza e sentire la consistenza, stare a guardare cosa accade dopo.

Se rimane la famigerata buca, un classico delle imbottiture di scarsa qualità, oppure imperterrita e calma torna alla forma originale.

Se questo prodotto non è idoneo alle personali esigenze, la cosa bella è che ci si accorge, se non subito, la mattina appena alzati, dato che il collo, le spalle, la schiena e la testa, hanno assunto posizioni innaturali, e per niente comode.

• Trascurare questo avviso che il fisico ci indica sarebbe deleterio, significa passare direttamente dal fastidio ai dolori, e conseguenze che provoca inevitabilmente dormire appoggiando la testa in posizioni non idonee.

Cuscino per dormire: come dovrebbe essere

• Sufficientemente consistente, con la giusta densità, con imbottitura elastica (che torna al suo posto appena si toglie la pressione del capo);

• che permetta la giusta postura del corpo;

• in materiale anallergico, tanto per l'imbottitura quanto per la federa;

• e quando lo scegli non farti ingannare da definizioni alla moda (memory… etc.)

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.