Cucina da giardino: estensione funzionale ed estetica della casa

    
aggiornato il  
Cucina da giardino: bellissimo esempio di cucina esterna in ambiente molto spazioso e confortevole
Cucina da esterno

Cucina da giardino: è una fortuna, l'importanza di vivere anche 365 giorni l'anno lo spazio esterno alla casa come fosse (è) un'estensione di essa.

 

Cucina in giardino come estensione della casa

Avere un giardino, specialmente se capiente è senza ombra di dubbio un valore aggiunto, l'importanza di poterlo vivere sempre, o quasi.
Quando è possibile coprire lo spazio esterno, dedicato alla cucina ed al pranzo, diventa, in pratica, un'estensione della casa.

Cucina coperta da veranda con pareti e tetto scorrevoli

La cucina in giardino è molto apprezzata, da chi ama cucinare e pranzare anche per condividere momenti di serenità con la famiglia e gli amici, avendo a disposizione tutti gli strumenti di una cucina tradizionale.

Oltre il barbecue, una cucina vera e propria magari inserita in una veranda con pannelli laterali e tetto scorrevoli.

Come per la cucina di casa, è possibile acquistare modelli prêt à portér, o anche realizzate su misura per sfruttare al meglio lo spazio del giardino, soprattutto quando non è così ampio.

Allacciamenti fonti energetiche

Allacciamenti con acqua, gas e corrente elettrica, devono essere presenti ed opportunamente integrati nel giardino.

Per quanto riguarda l'elettricità, se non vi sono già predisposizioni non è così impegnativo realizzarne una; comode canaline ben applicate al muro, possono raggiungere facilmente il giardino.

Sicuramente più impegnativi gli allacciamenti di acqua e gas, se non presenti; tuttavia, se nel giardino sono presenti almeno 1 o 2 rubinetti, portare qualche tubatura per predisporre la cucina è un lavoro che comunque si può fare tranquillamente, impegnativo sì ma viene fatto una sola volta.

Le bombole a gas sono obsolete

Non conviene più, anche per la sicurezza, utilizzare le bombole di gas, se non sono presenti allacciature, e non si ha intenzione di far arrivare le tubature del metano.

in caso di previsione di utilizzo medio/abbondante della cucina esterna, vale la pena pensare all'ipotesi di un allacciamento vero e proprio come quello della cucina di casa.

Specialmente se, invece del barbecue alimentato da legna, si ha intenzione di utilizzare quello alimentato a gas.

Tutti gli allacciamenti devono ovviamente essere realizzati ad opera d'arte per garantire massima sicurezza e praticità di utilizzo.

Se le tubature dovessero in inverno risultare particolarmente esposte al clima rigido, è opportuno chiuderne l&#39alimentazione quando non utilizzate, e comunque provvedere ad una buona coibentazione.

Una volta deciso come procedere e realizzati gli allacciamenti di acqua, corrente elettrica e gas metano, si può dire che si è a 3/4 dell'opera.

Potrebbe tornare molto utile, l'alimentazione con energia elettrica.

Realizzata su misura

Un bravo muratore, può anche realizzare da solo la cucina come preferisce, utilizzando pietra, mattoni, etc. personalizzando il progetto e inserendo gli elettrodomestici dove opportuno.

Un preventivo (gratuito) in più, non fa mai male, quindi si può calcolare il costo di tutti gli elementi necessari per comporre la cucina (lavello, piano cottura, forno, etc.), quello del materiale, e della manodopera del muratore capace di realizzare progetti di questo tipo.

è anche possibile inserire in una cucina in muratura, un piano superiore a quello di cottura dedicato al barbecue (con comignolo), in modo da avere maggiore possibilità di cucinare a tutto campo.

Progetto

Conviene dedicare del tempo, per progettare come si desidera che sia la cucina, in base allo spazio disponibile in giardino, ed a quello che deve essere dedicato esclusivamente alla cucina, quindi anche alla libertà di movimento.

Meglio non lasciarsi tentare da modelli di cucina visti su internet, o riviste specializzate, o da quella dei vicini; occorre progettare la cucina che si integri nel vostro spazio e dotata di quanto concretamente venga utilizzato.

Inutile avere strumenti a disposizione che non si utilizzeranno mai, solo perché sono compresi in un modello di cucina prefabbricata.

Serve capire cosa serve davvero, e come sarà dal punto di vista architettonico la cucina installata.

Cucina coperta? Meglio di sì, a meno che non sia presente in giardino una tettoia dove collocarla.

Cucinare con il sole in faccia non è comodo, e se il giardino fosse vivibile anche con la pioggia d'estate (con veranda o gazebo), se coperta è possibile comunque cucinare, e pranzare.

Scelta dei materiali

Prima di procedere alla scelta dei materiali, più o meno costosi ed esteticamente apprezzabili, è meglio concentrarsi su quanto sarà il punto focale della zona di lavoro: piano di cottura, lavello, frigorifero.

Bella sì, ma funzionale, se lavello e piano di cottura risultassero troppo distanti tra loro la praticità verrebbe meno, come la comodità se il frigorifero non fosse a portata di mano.

Tipologie

La cucina da giardino è come quella di casa: lineare, angolare, con penisola, con isola.
La scelta della tipologia dipende dallo spazio e dal denaro a disposizione.

  • Il frigorifero &egrave sufficiente, per lo più, tuttavia un congelatore capiente potrebbe essere presente anche per risparmiare spazio all&#39interno e mantenere congelato comunque il cibo 365 giorni l'anno.
  • In caso in cui il barbecue sia integrato con la cucina, meglio comunque disporre di piano di cottura agibile e comodo.
  • Il piano di cottura è distante dalla casa o da altre strutture come gazebo, veranda, tettoia?
    Può essere utile la cappa di aspirazione?
  • Preferisco la lavastoviglie, o lavare i piatti a mano in un robusto, comodo e funzionale lavello in acciaio inox, o pietra? C'è lo spazio per la doppia buca?

    Un bel rubinetto sviluppato in altezza, e a volta, risulta molto più comodo durante l'utilizzo ed esteticamente sempre apprezzabile.

Ottenere il massimo dallo spazio e dal budget disponibili

Occorre avere il giusto spazio a disposizione, sebbene anche un ambiente non così grande, possa comunque essere sfruttato bene.

  • Lavello, piano di cottura e frigorifero dovrebbero essere i 3 elementi da cui partire per ampliare la cucina da giardino, avere a portata di mano i principali strumenti per cucinare in modo comodo ed efficace.
  • La cappa di aspirazione, magari silenziata, potrebbe essere presa in considerazione anche per non disturbare minimamente nemmeno i vicini, nel caso il giardino non sia così grande, oppure disporre di un comignolo ben funzionante, o entrambe le cose.
  • Il congelatore? Vale la pena di considerare se fattibile la sua presenza in un punto freddo d'inverno (con conseguente risparmio energetico in quanto il motore dovrà raffreddare di meno il vano cibo), e non eccessivamente caldo d'estate.
  • I materiali dei piani di appoggio: pietra, marmo, legno, robusto materiale plastico. Dipende dal budget, oltre che dai gusti e dalle esigenze di arredo.

    Per la cucina: acciaio inox, legno (impiallacciatura su robusto truciolare), la cosa importante è anche che la pulizia sia facile e comoda.

Utilizzo più o meno intenso

Quanto hai intenzione, e possibilità, di utilizzare la cucina in giardino?

Se solo pochi mesi l'anno, puoi prendere in considerazione l'ipotesi di una tipologia con ruote (cucina da esterno compatta), che in inverno si sposta in luogo coperto.

Se invece la cucina è parte integrante di una veranda godibile tutto l'anno, oppure si ha il desiderio e l'ambizione di realizzare una postazione fissa nel proprio giardino dedicata alla preparazione del cibo, allora vale le pena investire qualcosa in più.

Anche la qualità degli elettrodomestici è da tenere in considerazione, e modelli di cucina già pronti possono soddisfare le esigenze di spazio e qualità che si desidera raggiungere.

La cucina in giardino è, e può essere, proprio come la veranda, un'estensione della casa, dell'arredo e del gusto estetico che la caratterizza.

Spazi ridotti

Anche in spazi non eccessivamente grandi. è possibile realizzare cucine molto belle, funzionali e pratiche.

Avendo tanto spazio e tanto denaro a disposizione, è molto più facile, siamo sinceri; ma la vera sfida sta proprio qua: realizzare una cucina in giardino ottimizzando spazio e budget, organizzandola in modo che sia possibile ampliarla con il passare del tempo, partendo da elementi essenziali (piano di cottura, frigo, lavello) irrinunciabili.

La cucina per esterno rende il giardino ulteriormente accattivante, un'estensione funzionale ed estetica dell'arredo di casa, una continuità.

Proprio in quest'ottica vale la pena di valutare, una volta in più, di avere allacciamenti fissi per quanto riguarda acqua, gas, elettricità, in modo da realizzare quelle ottime basi immancabili per il funzionamento della cucina, poi ci si deve concentrare solo ad ottimizzare l'arredo in base allo spazio ed al budget a disposizione.


Felice Amadeo

L'autore: Felice Amadeo