Menu

af1.it

Uno che scrive

Quali colori scegliere per le pareti della cucina

3 minuti
aggiornato il
Un dipinto astratto molto ricco di colori, che trasmettono allegria, serenità, calore e colore: scegliere i colori per le pareti della cucina può essere un'operazione particolarmente divertente e stimolante, per un ambiente di massima importanza

Dipinto astratto dove si possono “pescare” idee per la scelta dei colori

Colori caldi e tenui sono indicati per le pareti della cucina ma valutare con le reali condizioni di luce del quotidiano.
La cucina è uno dei luoghi più importanti della casa per chi ama cucinare, o comunque pranzare se la sala non è destinata anche a questo.
I colori delle pareti influiscono sull'ambiente e la giusta scelta del colore per ogni stanza è fondamentale per l'equilibrata armonia che dovrebbe migliorare la vivibilità delle persone.

Colori caldi e tenui per la parete della cucina

Determinati colori possono evocare il sapore del cibo ed influenzarlo.
I nostri sensi non agiscono in maniera indipendente, non necessariamente.
Se un determinato colore ci ricorda ad esempio una pesca, istintivamente se ne ricorda anche il profumo.
Un colore associato ad un odore sgradevole può quindi provocare un effetto spiacevole, al contrario di quello della pesca.

Altro esempio un colore acido per le pareti della cucina non risulta per niente indicato, se lo si associa al cibo potrebbe evocare qualcosa di rancido.

● La scelta del colore delle pareti va fatta anche in base a quello degli arredi; anche se in generale le pareti della cucina non dovrebbero mai avere colori dalle connotazioni troppo marcate, se i pensili della cucina fossero di un rosso acceso occorrerebbe andare più cauti nella scelta di quello delle pareti.

● Finestre, lucernari, porte-finestra, l'esposizione solare, sono tutte cose che influiscono sulla luminosità della cucina, quindi anche nella scelta del colore.

Anche se colori scuri non sono indicati, se la luminosità fosse limitata lo sono ancor meno.

Colori pastello caldi e tenui, sono indicati.

Esempi di colore per le pareti della cucina

Tonalità di giallo:

Codice esadecimale colore #ffff32
Codice esadecimale colore #ffff32 (RGB 255, 255, 50)

Colore esadecimale #ffff98
Colore esadecimale #ffff98 (RGB 255, 255, 152)

La tonalità seguente contiene oltre il 37% di rosso:

Colore esadecimale #ffeeb7
#ffeeb7 (RGB 255, 238, 183)

In quest'altra il 40% circa sempre di rosso:

Colore #ffe599
#ffe599 (RGB 255, 229, 153)

Beige:

Colore #f5f5dc
#f5f5dc (RGB 245, 245, 220)

Nessuna regola vieta di utilizzare anche tonalità dei colori freddi, che talvolta scostandosi di molto dal colore originale assumono sfumature interessanti.

Colore #eaf4ff
# eaf4ff (RGB 234, 244, 255)

Colore #ccffcc
#ccffcc (RGB 204, 255, 204)

Come valutare la scelta dei colori per le pareti della cucina

La quantità di luce solare che mediamente entra ogni giorno nella stanza, può cambiare anche di molto la percezione del colore.

Ecco perché, oltre le tabelle per i colori è sempre molto utile un campione vero e proprio (un pannello di cartone o compensato di 50×50 cm pitturato con il colore da confrontare) da confrontare con le pareti della cucina.

● Il confronto va sempre fatto cercando di ricreare il più possibile le condizioni di luce che si vivono quotidianamente.

● In locali dove ci fosse necessità di tenere accesa la luce parecchie ore al giorno, questa cambia (anche molto, secondo il dispositivo di illuminazione e le lampadine utilizzate) la percezione cromatica.

 

               

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.
Dona con PayPal