Camino nel centro della stanza: soluzione che arriva da lontano

✎ aggiornato il
Camino nel centro della stanza: una soluzione che arriva da lontano, per usare al meglio il calore prodotto
(Photo by Kevin Butz on Unsplash)

Camino nel centro della stanza: soluzione che arriva da lontano quando era importante fare di necessità virtù per risparmiare.


Il camino al centro della stanza, è un marcato punto di richiamo dell'arredamento, e in grado di provvedere al riscaldamento, anche se la stanza è vuota o comunque arredata in modo essenziale.
Unisce l'utilità del riscaldamento, in tutta la stanza e anche oltre, a quella dell'estetica: riscalda arredando.

Può essere inserito in qualunque contesto, e con un impianto ben progettato e realizzato, può incidere positivamente sul risparmio energetico; e per molto tempo, del camino centrale è stata fatta di necessità virtù, per provvedere al riscaldamento, cercando di risparmiare, anche se oggi può essere visto come innovativa soluzione di arredo.

Provvedere al riscaldamento della casa

Se hai intenzione di installare il camino centrale, presumibilmente nella stanza più grande della casa, solitamente la sala, o l'ambiente unico cucina/sala, per il riscaldamento, oltre che per gusto estetico, la possibilità di distribuzione del calore in questa modalità può essere un'ottima soluzione; un'alternativa all'alimentazione energetica a corrente, o a gas.

I moderni materiali, permettono anche soluzioni estetiche molto interessanti, sono leggeri e resistenti.

Tuttavia, occorre ricordare che prima di eseguire il progetto, la forte connotazione del camino centrale nella stanza, che sarà predominante nell'arredo.

Quando intendi procedere con questa scelta, oltre che un grande impatto sull'arredamento, e se ben realizzato diventa qualcosa di particolarmente bello, caratteristico, originale, serve eseguire una buona progettazione, per provvedere al riscaldamento del resto della casa, e alla produzione di acqua calda.

La canna fumaria, svolge un ruolo fondamentale nel buon funzionamento del camino, e della sua resa.

Camini a focolare chiuso, rappresentano una soluzione migliore rispetto a quelli a focolare aperto.

In quanto il calore, riesce a essere usato nel migliore dei modi, e in grado di provvedere al fabbisogno del riscaldamento per tutta la casa.

Il progetto

Inevitabilmente, il progetto del camino è prettamente legato al buon funzionamento della canna fumaria, che dev'essere posizionata come si deve; è un requisito fondamentale in quanto contrariamente non è possibile procedere all'installazione.

La stanza dove il camino viene installato, gode maggiormente del calore prodotto che si propaga anche per l'irraggiamento di calore generato dal perimetro del camino, che propaga il calore a raggio, in tutto il locale.

Per produrre calore in tutta l'abitazione, oltre che nel centro della stanza, il camino deve risultare posizionato nella zona centrale della casa, di modo che il caldo debba fare lo stesso percorso, in termini di distanza, per riscaldare in modo omogeneo tutti i locali.

In caso di nuova costruzione, o ristrutturazione, è sicuramente una soluzione da considerare.

Se il progetto viene ben realizzato, permette di sfruttare molto bene l'energia prodotta dalla legna.

La giusta collocazione delle tubature, e dispositivi di riscaldamento nelle stanze, può essere in grado di riscaldare tutta la casa, oltre che l'acqua, stipata in serbatoi coibentati, per i sanitari e la cucina.

Una casa di medie metrature, con un camino circolare, potrebbe risparmiare in modo incisivo, alimentando con legna il fabbisogno energetico per il riscaldamento, e avendo un elemento, il camino, che contraddistingue in modo univoco l'intero ambiente.

2 ottime prerogative, con 1 solo dispositivo.

Focolare chiuso e aperto

Il camino a focolare chiuso, può essere anche completamente sospeso, oppure appoggiato a terra.

Mentre se con focolare aperto, può avere la canna fumaria sospesa e la base a terra, oppure completamente sospeso.

Quando a focolare aperto, il rendimento energetico è notevolmente inferiore, più indicato per riscaldare comunque la stanza dove si trova, e risultare un punto conviviale attorno al quale riunirsi.

Se la produzione di calore per riscaldamento e acqua calda non necessita del camino, questo quando aperto può servire anche per cucinare alla griglia o sulla pietra.

Secondo l'utilizzo che decidi di fare del camino, puoi scegliere se con focolare aperto, o chiuso.

Risulta sicuramente più indicato per la produzione di riscaldamento, in quanto il calore riesce a essere usato quasi completamente, a differenza del focolare aperto, che è maggiormente indicato per migliorare, rendere più confortevole, la stanza dove si trova.

Anche in questo caso comunque, essendo posizionato al centro della sala emana calore, diventa una zona conviviale per eccellenza di tutta la casa, dove passare del tempo, cucinare, mangiare insieme, anche per pranzi e cene con familiari e amici.

Forme del camino e installazione

Il camino al centro della stanza può anche essere quadrato, o rettangolare, o esagonale, o di altre forme per andare incontro a specifici obiettivi estetici.

Non necessariamente rotondo, anche quando a focolare chiuso, e pensato per fornire il riscaldamento, è in grado di svolgere al meglio il suo lavoro.

Quando al centro stanza e rotondo, rispetta quella che è la forma più congeniale per un elemento di questo tipo, posizionato nel bel mezzo del locale.

• Se ellittico, senza dubbio si integra nel modo migliore nel contesto della stanza, e inoltre propaga il calore nella sala in modo più omogeneo, rispetto ad altre forme.

• Occorre anche prestare attenzione a non restare troppo vicini al camino quando acceso; fa male alla salute fermarsi davanti a una fonte di calore.

• Lo spazio intorno deve rimanere sufficientemente libero; una cosa è riunirsi attorno al camino, altra è accumulare calore in eccesso.

La comodità

Il benessere si trova lontani dal camino, soprattutto quando con focolare chiuso, studiato esclusivamente per provvedere al riscaldamento domestico.

Se con focolare aperto, la vicinanza al camino avviene quando si cucina, si carica la legna, ma quando è un punto di ritrovo, ci si mantiene comunque a una certa distanza, in modo da godere del calore, senza restarne oppressi.

Il costo di un impianto è minore se provvedi quando la casa è in costruzione, o in fase di ristrutturazione.

Dopo, costa sempre di più, perché si tratta di eseguire interventi su murature già esistenti.

Non in quanto al camino da posizionare al centro della sala, ma canna fumaria e condotti quando si provvede al riscaldamento delle altre stanze.

Per quanto riguarda il camino centrale invece, può essere posizionato senza troppi problemi, i modelli prefabbricati sono espressamente realizzati per questo obiettivo, in materiali appositamente trattati per contenere il calore, interessanti e molto appariscenti i vetri trasparenti dai quali si vede la legna che arde; arredo nell'arredo.

Articoli consigliati

1) Termocucina
La cucina a legna è in grado di provvedere anche al riscaldamento di casa e produzione di acqua calda per i sanitari.

2) Stufa ad accumulo di calore
Molto conosciute e apprezzate nei Paesi di lingua tedesca (Kachelöfen) per la loro efficacia.

3) Stufa a pellets
Brucia combustibili compressi derivati dal legno, come segatura essiccata, o materiali biocompatibili.