Collare benessere cani: è utile?

🕐 4 minuti @ Condividi via Email
Aggiornato:
Collare benessere cani
(Image by Gorkhs from Pixabay)

Collare benessere cani: rilascia feromoni appaganti come accade nelle femmine dei mammiferi quando allattano, e dovrebbe rassicurare il cane.


Il collare benessere cani, andrebbe usato solo su parere medico veterinario/comportamentalista, non perché possa fare male, ma si usa solo se ci sono motivi precisi, e laddove si presume che possa migliorare il benessere dell'animale.

Non può risolvere da solo i problemi, ma può essere parte della soluzione.
Il feromone appagante dei cani, così è definito, è rilasciato dalle femmine durante l'allattamento, e va a rassicurare i cuccioli, così fragili e indifesi, che cercano continuamente le rassicurazioni materne.

Cos'è il collare benessere ?

In questo caso, il feromone rilasciato dalle ghiandole mammarie delle femmine che allattano, apporta sicurezza ai cuccioli, che si sentono più tranquilli, in mezzo a tutta una serie di situazioni per loro nuove, una volta usciti dal grembo materno.

Il cosiddetto collare benessere, ha in sé l'analogo di questo feromone, e viene rilasciato gradualmente una volta indossato dal cane, e “dovrebbe” migliorare il suo comportamento, in quanto si dovrebbe sentire più rassicurato, e meno fobico.

Nota, “dovrebbe”.

È in materiale plastico, ma disponibile anche in spray, diffusore, compresse.

Quando va usato

Quando lo consiglia il medico veterinario comportamentalista, punto.

Non credo nella filosofia: tanto, male non fa.
O serve concretamente a migliorare il comportamento del cane, oppure non serve a nulla.

Va usato quando il MVC ritiene che possa fare qualcosa di buono, o sia comunque utile, o almeno possa essere un tentativo, per far raggiungere al cane quello stato di benessere, di tranquillità, cui viene meno.

Il rilascio del feromone dal collare, può contribuire a far avere al cane maggiori sicurezze, quindi meno paure, e questo atteggiamento può aiutare laddove sia già in atto una terapia comportamentale, o comunque un percorso educativo da parte dell'educatore cinofilo.

Quando il cane è cucciolo, e non viene svezzato nel modo idoneo, è una cosa che succede con cani che poi finiscono, nel migliore dei casi, affidati ai canili.

Cani che hanno subito traumi da piccoli, o che comunque non riescono a superare determinate fobie, associate anche ai rumori del quotidiano ad esempio, possono trovare beneficio anche dal feromone in oggetto, purché questa sia solo parte della soluzione, da affiancare all'educazione da parte di persona competente, ovviamente con il lavoro quotidiano del proprietario.

Collare benessere cani: funziona?

Non è detto; per questo è sempre opportuno rivolgersi al MVC, per non improvvisare, può aiutare a risolvere determinate problematiche, ma è parte della soluzione; non basta da solo, come per incanto, a risolvere specifici problemi comportamentali del cane.

Questo non è un farmaco, e male non fa; sotto questo aspetto, non ci sono potenziali effetti collaterali, ma se ha motivo di essere utilizzato, bene, contrariamente non serve, quindi si è da punto a capo.

Il feromone, in qualunque sua soluzione, collare, spray, dosatore, compresse, dovrebbe essere consigliato dal medico veterinario/comportamentalista, o dall'educatore cinofilo, e la somministrazione concordata con queste figure professionali.

È solo uno, dei tentativi che si fanno, quando occorre risolvere determinati stati di stress del cane.

Il medico veterinario comportamentalista

Di medici veterinari comportamentalisti, non è che se ne trovano tantissimi.

Sono figure professionali, specializzate nello studio del comportamento animale, nella fattispecie ogni professionista tende a specializzarsi su determinate specie, e grazie a questa specializzazione, possono risolvere diverse problematiche comportamentali del cane, dato che in questo caso di cani parliamo.

Il lavoro del medico veterinario specializzato in comportamento del cane, può risolvere precise problematiche, attraverso un lavoro rieducativo, a cui il proprietario del cane partecipa attivamente, in quanto determinati esercizi andranno ripetuti quotidianamente.

Fa sicuramente fede la fiducia che si ha nell'educatore cinofilo, che assiste anche durante gli incontri tra proprietario, cane, medico, e lo informa sulle precise problematiche riscontrate durante il periodo del percorso educativo, o rieducativo, in caso di cani che hanno avuto un passato difficile.

Sebbene il feromone appagante non sia un farmaco e non serva la ricetta, non avrebbe senso alcuno somministrare a caso un prodotto, invece che un altro, senza uno scopo ben preciso.

Ogni possibile soluzione, come il collare benessere cani, dev'essere finalizzata a un obiettivo specifico, che serve concretamente a migliorare lo stato di benessere del cane, e la sua convivenza con gli umani.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.