Menu

af1.it

Uno che scrive

Come preparare l’uovo in camicia

4 minuti
aggiornato il
Un invitante piatto per una ricca colazione: uovo in camicia, insalata, pomodori, bacon, salsiccia, focacce

Uovo in camicia sopra un'abbondante colazione

L'uovo in camicia è una prelibatezza pur essendo un piatto unico nella sua semplicità. Come si prepara ?!
In modo facile e veloce, basta rispettare piccoli accorgimenti per preparare uova che puoi anche mettere in piatti con altri ingredienti, come toast, piadine, pane.
Semplice preparazione, massima resa, grandissimo gusto per chi è goloso di uova.

La preparazione delle uova in camicia

Le uova sono un alimento eccellente, tuttavia come vale per tutti i cibi eccedere in quantità non è mai corretto, ma 2 – 3 volte la settimana le uova ci possono anche stare, gusti ed esigenze personali permettendo.

L'uovo in camicia risulta particolarmente digeribile, praticamente come quello al latte.

Prepara gli attrezzi del mestiere prima di tutto.

• Una pentola bassa e sufficientemente ampia per togliere le uova pronte facilmente con un mestolo forato.

• Appunto: un mestolo forato.

• Un bicchiere di aceto bianco o il succo spremuto di 1 limone.

• Un orologio a portata visiva per controllare il tempo di cottura.

● Versa nella pentola acqua a sufficienza (2 litri circa) per far cuocere le uova, mettila sul fuoco per farla bollire.

● Se aggiungi all'acqua calda un bicchiere di aceto bianco, oppure il succo di un limone spremuto, la coagulazione dell'albume dovrebbe essere facilitata, e comunque fa assumere all'uova un sapore interessante, dato dall'acqua di bollitura.

● Prepara le uova senza guscio in un contenitore, come una scodella, facendo attenzione a non rompere il tuorlo.

● Quando l'acqua arriva a bollore metti del sale, andrà ad insaporire le uova che non necessiteranno nemmeno di essere salate successivamente, una volta pronte.

● Quando il sale si è sciolto con un mestolo dai un senso di rotazione all'acqua, facilita la coagulazione dell'albume in modo ordinato.

● Ricorda che quando vai ad inserire le uova le devi tenere costantemente controllate, per evitare di trovarti delle uova sode.

● Una volta creato il piccolo vortice proprio al centro versi le uova dalla scodella.

● Dai sempre un'occhiata all'orologio.

● Io le lascio cuocere poco più di 1 minuto, 1 minuto e 30" circa, mi piacciono così, chi invece preferisce può farle cuocere di più (3 minuti circa).

● Quando pronte le uova, con il mestolo forato le prendi delicatamente da sotto, sempre facendo attenzione a non romperle, e le adagi nel piatto che hai preparato.

L'acqua salata, con aceto o succo di limone, porta in cottura le uova dandogli sapore e sapidità.

Et voilà, les jeux sont fait !!!

Le ricette con l'uovo in camicia

Una delle caratteristiche proprie dell'uovo in camicia, è il tuorlo morbido e cremoso che si può gustare in tutta la sua bontà e prelibatezza.

Per questo io lascio cuocere l'uovo in camicia poco più di 1 minuto in acqua bollente.

L'uovo in camicia lo puoi mettere all'interno di un toast già caldo e tostato, oppure in una piadina già cotta e pronta da mangiare, insieme ad insalata, fette di pomodoro, olio a crudo e hai un piatto veramente gustoso, nutriente, semplice ed economico.

In poche parole: un piatto intelligente.

La semplicità e la bontà delle ricette che si possono ottenere con l'uovo in camicia sono molteplici, e non c'è limite alla fantasia.

Personalmente trovo che il pane (o piadina, toast, etc.) non possa mancare con l'uovo in camicia, in quanto il pane è un punto di forza di quasi ogni piatto, quello che dà peso concreto al piatto stesso.

O ancora l'uovo in camicia può essere adagiato su di una bistecca, cotta ovviamente in precedenza facendo attenzione ai tempi di cottura della carne e quello poi necessario per le uova.

O ancora adagiato su fette di melanzane e zucchine grigliate o altre verdure, o sull'insalata, con la mozzarella, la burrata.

Insomma la grande adattabilità dell'uovo in camicia permette di ottenere sempre piatti gustosi, di quelli cha danno soddisfazione: a colazione, pranzo, cena.

Dipende poi dalle soggettive esigenze in base alla digeribilità del piatto tra mattina, mezzogiorno, sera.

La soddisfazione di mangiare un buon piatto con le uova

Quelli che spesso vengono considerati per tradizione gastronomica piatti poveri, sono in realtà qualcosa di unico e straordinario a dispetto dell'aggettivo, sono alla base della cucina.

Aggettivo (povero) dovuto al fatto che si tratta di ricette che arrivano dalla povera gente, che faceva e fa di necessità virtù con arguzia e intelligenza.

Quindi questi piatti semplici ma estremamente appetitosi, nutrienti, sono in grado letteralmente non solo di saziare, bensì anche di dare quel senso di soddisfazione che se dovesse mancare si avrebbe la sensazione di non aver mangiato bene.

Vale la pena dedicarsi, anche, anzi soprattutto con ingredienti semplici ed economici, all'attenta preparazione di un piatto: ne vale la pena.

Buon appetito.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari, per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa. Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi