Roast beef gustoso e invitante: come prepararlo

🕐 4 minuti @ Condividi via Email
Aggiornato:
Roast beef
(photo by Robert Owen-Wahl on Pixabay)

Preparare un roast beef invitante: è un gustoso piatto ricavato dal controfiletto di manzo, un piatto particolarmente gustoso e prelibato.


Sebbene la preparazione sia sempre quella, ognuno può usare piccole strategie derivate dalla propria esperienza per rendere questo piatto ancora più buono di quanto sia di suo.

Roast beef: il piacere di cucinare un prelibato

Il controfiletto (lombata) è pregiata carne di manzo, particolarmente gustosa e saporita, conosciuta come roast beef, perché fa parte della tradizione anglosassone, e viene anche venduta come affettato, trovo sia conveniente valutare di acquistare un bel pezzo di questa carne dal macellaio di fiducia, e prepararla a casa propria.

Perché, dato che ciascuno, con la propria esperienza, può impreziosire ulteriormente la preparazione, ricavando un prodotto davvero unico, e prelibato.

Cucinare è un piacere, e la preparazione del roast beef può sicuramente diventare un momento, un rituale quasi, particolarmente gradevole.

Preparazione del roast beef

Il pezzo del controfiletto, con il grasso sulla parte superiore (nervi), trovo sia interessante, perché una volta tolto con il coltello ben affilato, può essere utilizzato durante la cottura, appoggiato alla parte superiore della carne.

Oppure puoi scegliere di usare del lardo, o pancetta, per ricoprire il controfiletto, in modo da proteggere la carne magra durante la cottura.

Che si usi la parte grassa del controfiletto, lardo, o pancetta, questi servono solo durante la cottura, per rendere la carne più gustosa e proteggerla in quanto magra.

Preparazione della carne

1) Sale e pepe sulla carne, da ambo le parti; già questi, potrebbero bastare.

Se desideri sperimentare un gusto magari mai provato prima, puoi prendere dell'ottima senape di qualità, ed emulsionarla con 2 cucchiai da tavola di ottimo brandy, e volendo un pizzico di polvere di peperoncino essiccato.

Si spalma l'emulsione, massaggiando delicatamente la parte superiore del controfiletto, già salato, e pepato.

2) Si possono posizionare dei rametti di rosmarino sopra il controfiletto salato, pepato, e con l'emulsione a base di senape.
Nulla vieta di usare anche altre erbe aromatiche, secondo i gusti personali; timo, maggiorana, alloro.

3) Si posiziona il grasso sopra, i nervi, se lo hai tagliato a casa, oppure puoi ricoprire con lardo, o pancetta, e in questi casi si puoi coprire il controfiletto, anche nella parte sottostante, se desideri.

4 Con uno spago, si lega la copertura al controfiletto, senza stringere troppo, ma solo per lasciare posizionati i nervi, o il lardo.

5) Ungere le mani di olio, e massaggiare il controfiletto preparato, pronto da mettere in forno.

Importanza della corretta cottura

Cuocere il roast beef, è un'arte; come sempre, quando si fanno le cose con passione, attenzione, criterio.

1) Prendere innanzitutto una casseruola, e versare un po' di acqua, 2 dita diciamo.

2) Il controfiletto, va posizionato sulla griglia, che poi andrà appoggiata sulla casseruola con l'acqua.
Oppure, la griglia nel forno posizionata nei supporti laterali, e nel piano sottostante la casseruola con l'acqua.

In questo modo, i grassi che colano dalla carne, finiscono dalla griglia nell'acqua, evitando di creare cattivi odori, fare fumo, e sporcare di conseguenza il forno.

Ma soprattutto, la cottura del controfiletto sarà omogenea in ogni sua parte, come non potrebbe essere se appoggiato su di una teglia: da non fare.

3) La cottura in forno dura all'incirca 40 minuti; durante la prima fase della cottura, il forno dev'essere ben caldo, e scaldato in precedenza: 220°C.

Poi, si passa a una temperatura di 120, 130°C circa, 1 ora dopo, senza dimenticare che il proprio forno di cucina, solo chi lo possiede lo conosce bene, quindi si sa regolare con le temperature.

La cosa importante è partire con la cottura a una temperatura elevata, per poi calare nella seconda fase.

4) Altro passaggio importante: quando la cottura è terminata, prendi il controfiletto, e avvolgilo nella carta stagnola, ben stretta, e poi avvolgi il tutto con la pellicola per alimenti, sempre ben aderente.

In questo modo, i succhi della carne che verrebbero dispersi sotto forma di vapore, vengono invece trattenuti, fino a quando la temperatura della carne non scende, mantiene la succulenza, e non rimane asciutta.

La carne sarà gustosa, e appetitosa.

Ho trovato interessante questo articolo per quanto riguarda i tagli di carne più adatta per il roast beef, su gustissimo.it

Buon appetito.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.