Ginkgo biloba: caratteristiche e proprietà terapeutiche

Foglie di Ginkgo biloba sulla pianta, dalle importanti qualità terapeutiche
photo by Ivo Zahradníĉek on Pixabay

Ginkgo biloba: pianta originaria della Cina che appartiene alla famiglia delle Ginkgoaceae apprezzata per le qualità terapeutiche..


La pianta raggiunge dimensioni in altezza che vanno dai 30 ai 40 metri, la corteccia si presenta argentea negli esemplari più giovani, per diventare bruna in quelli più vecchi.
Le foglie bilobate, sono unite tra loro da una sottile lamella.

Caratteristiche generali del Ginkgo biloba

Grazie a questa caratteristica delle foglie, che nel guardarle sembra tendano a dividersi anche se legate in maniera indissolubile, l'Antica Filosofia Cinese attribuisce loro il principio dello Yin e dello Yang, la legge secondo cui la realtà è regolata dagli opposti.

Il suo impiego e lo studio relativo alle proprietà, risale a ben 2800 anni a.C.
La pianta è molto resistente, si usa inserire anche le sue foglie tra le pagine dei libri, per tenere lontani i parassiti della carta.

Unica pianta appartenente alla famiglia Ginkgoaceae, unica specie sopravvissuta, per questo definita da Charles Darwin fossile vivente, definizione che diede anche ad altri organismi, con strutture particolarmente primitive.

L'estratto delle foglie del Ginkgo biloba, dimostra buone proprietà che migliorano la circolazione del sangue, aumentandone l'afflusso al cervello, agendo di conseguenza sulla concentrazione, la lucidità, la memoria, la capacità cognitiva.

Una circolazione del sangue ottimale, aiuta a risolvere problemi quali particolare sensazione di freddo alle estremità.

Si dimostra antiossidante, migliora gli scambi tra ossigeno e glucosio, può tornare utile in caso di problemi quali vertigini, emicranie, instabilità emotive legate agli sbalzi di umore.

In Cina, viene utilizzata per tradizione anche nella cucina, in ricorrenze speciali come matrimoni e capodanno.

La pianta, ben si adatta a essere coltivata anche in condizioni climatiche difficili per altre piante, come gli ambienti urbani, clima piuttosto freddo, caldo intenso, quindi di buona tollerabilità.

Proprietà

È capace anche di proteggere le vene, i vasi capillari, aumentandone l'elasticità.

Chi sostiene che possa trovare utilità, nel rallentare determinate patologie.
Migliorando la fluidità del sangue, quindi della sua circolazione, ove ve ne sia bisogno, i vantaggi sono molteplici, legati appunto a una buona e sana circolazione.

Tuttavia, non si devono dimenticare i possibili effetti collaterali, anche gravi, dovuti a intolleranze individuali, o dovute a interazioni con altri farmaci, o comunque con altre sostanze con determinati principi attivi.

Per questo motivo, ricorda sempre che l'autoprescrizione è assolutamente da evitare.

Prima di assumere qualsiasi tipo di sostanza è bene rivolgersi al medico, per avere la certezza che le sostanze che si intendono assumere, possano realmente essere di beneficio, supportate da studi scientifici che lo possano dimostrare, e non dimentichiamo nemmeno, che ogni caso fa storia a sé.

Ciò che si può rivelare azzeccato per un individuo, può non esserlo per un altro.

In pazienti ad esempio che assumono farmaci anticoagulanti, si potrebbero manifestare gravi sintomi dovuti alla somministrazione di Gingko biloba.

Chiedi sempre consiglio preventivo al medico

Le proprietà, favoriscono l'attività fisica, rinforzano i reni, agiscono come vaso regolatore nonché vasodilatatore delle arterie, ha un'attività antinfiammatoria, antiallergica, antispasmo, può facilitare la prevenzione di problemi vascolari, e di altri disturbi dovuti a una cattiva circolazione del sangue.

Internet, che può risultare un ottimo strumento per cercare informazioni, non deve in alcuna misura sostituire il medico nel consigliare un prodotto invece che un altro.

Ginkgo biloba, nella tradizione cinese (Wikipedia), è utilizzata da molti secoli anche contro l'asma, e il decotto che è possibile ricavare dalle foglie, può essere impiegato per uso esterno su ferite, tumefazioni, geloni.

Le piante officinali e prodotti di erboristeria, possono risultare di buona utilità.

Ma sono sempre assolutamente convinto, che per un uso corretto di qualsiasi sostanza si intenda assumere, anche dopo aver acquisito le informazioni che cercavi, rivolgiti con fiducia al tuo medico prima di qualsivoglia somministrazione e utilizzo.

Anche solo per un semplice, ma mai banale, parere.