Menu

af1.it

Scrivo sul mio blog

 

Sistema di erogazione di birra alla spina in casa

5 minuti
aggiornato il

Per chi ama la birra, e si si chiama birra dev'essere buona indipendentemente dal gusto soggettivo, avere sempre a disposizione nel frigorifero di casa propria birra alla spina per chi ne è amante può essere quasi una sorta di sogno che si realizza.
A scanso di equivoci purché il consumo di birra sia moderato e senza eccesso alcuno.
Si tratta di un frigorifero a tutti gli effetti con in più l'erogazione alla spina della birra, oppure si preferisce un sistema di erogazione indipendente (comunque refrigerato).

Frigorifero con birra alla spina o sistema di erogazione separato ?!

Quando non c'erano le bombole di CO2 disponibili si prendeva il barile in legno che conteneva la birra, e nella parte inferiore si piantava con il martello un rubinetto che serviva poi per mescere la birra.
Pratica che è ancora utilizzata oggi, anche con fusti in metallo, dove si organizzano specifiche feste che celebrano il rito della birra alla spina.

La birra alla spina oggi è cosa normale disponibile in una miriade di locali, e averla in casa può essere una buona idea.
Il frigorifero che include al suo interno la bombola di CO2 e ospita all'esterno (internamente alla porta) il rubinetto con il piano di appoggio per il bicchiere, altro non è che un frigorifero a tutti gli effetti, con le stesse caratteristiche e disponibile quindi nei diversi modelli, alcuni che richiamano esplicitamente lo stile dei frigoriferi americani degli anni '50: grandi, colorati, con maniglie cromate, delle vere e proprie Cadillac della casa.

Un frigorifero tradizionale, e la cosa in più che mette a disposizione è che offre la possibilità di mescere la birra alla spina, comodamente a casa propria e degustarla come si preferisce nel comfort del proprio ambiente domestico.
Sono disponibili in commercio anche erogatori di birra alla spina, senza lo spazio frigo per alimenti ma solo quello destinato a mantenere fresca la birra nel fusto.
Questi sistemi sono di diverse capienze, con display che mostra la temperatura.

Ad onor del vero i prezzi di questi prodotti, sia frigo che il sistema indipendente, sono piuttosto alti, occorre sempre valutare l'utilizzo di un prodotto e il tempo necessario per ammortizzare la spesa, e la durata di garanzia del prodotto.

Il sistema ormai classico di erogazione della birra prevede una bombola di gas (anidride carbonica) collegata con u ntubo al fusto di modo che spinga la birra per uscire quando si apre il rubinetto.
È presente il manometro per controllare la pressione di entrata nel fusto, e la temperatura di esercizio della bombola va da > 50°C fino < -20°C dove ovviamente si tratta di limiti estremi e naturalmente occorre starci ben lontani per operare in tutta sicurezza.
Se la bombola è situata all'interno del frigo si trova ad una temperatura di 4 – 6°C circa, quando invece è a temperatura ambiente si mantiene circa a 20°C cioè la temperatura ambiente media interna alle case.

Si trovano on line diverse guide dettagliate su come realizzare da sé un impianto per l'erogazione di birra alla spina.
Sono del parere che sia necessario non improvvisare per fare le cose per bene, quindi se non si è certi di quanto si intende fare è meglio chiedere a chi ha esperienza, o nel peggiore dei casi rinunciare.

Non dimenticare che si ha anche fare con una bombola a pressione, che in quanto tale può diventare pericolosa se non utilizzata come si deve, le bombole devono essere periodicamente controllate per garantire la sicurezza di utilizzo.
Non ultimo e non meno importante il fatto che se l'impianto di erogazione di CO2 non dovesse funzionare correttamente, non si sa più cosa si va a bere, e non è davvero il caso.

Anche quando si acquista il prodotto pronto per funzionare, sono presenti (devono esserlo) istruzioni dettagliate sul funzionamento e manutenzione dell'impianto, inclusa la bombola e come utilizzarla nel collegare l'impianto, anche quando la si sostituisce quando scarica.
Se si decide di avere un unico frigorifero con incluso il sistema di erogazione di birra alla spina, quindi anche il fusto, occorre tenere presente dello spazio che viene tolto agli alimenti da conservare abitualmente in frigo, valutare se conviene acquistarne uno di dimensioni maggiori in modo da avere spazio per conservare il cibo e avere in più birra alla spina.

Vale ancora la pena di pensare per bene alla sicurezza della bombola, in acciaio adeguato, e delle valvole e del cappellotto.
La valvola di non ritorno (che mantiene una pressione minima nel tubo) impedisce che ci siano eventuali ritorni di liquido nella bombola.

Sistema domestico di erogazione di birra alla spina

Non trovo niente male l'idea di avere un sistema di erogazione della birra (indipendente dal frigo principale) con sistema refrigerante che mantiene la birra alla temperatura ideale di 3 - 4°C.
I fusti piccoli sono di circa 6 litri nei modelli mini.
In quanto a funzionalità non hanno niente da invidiare ad altri dispositivi.

Per chi ama avere sempre amici e ospiti in casa ci sono anche versioni più grandi capaci di ospitare barili più capienti, in modo da avere birra da mescere alla spina dal dispenser refrigerato per molte persone.
Dal punto di vista estetico sia i frigoriferi che i dispenser hanno design capaci di integrarsi nel migliore dei modi negli arredi più diversi.

In breve:

● regolazione ottimale della pressione della bombola di CO2;

● refrigerazione costante e controllata del dispenser;

● consumo moderato, sempre.

● E spillare la birra è di fatto un'arte; che si impara, non avere timore.

 

                 

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.

Tanti anni fa, quando c'erano ancora le lire, un bravo artista di strada, terminata la sua esibizione di giocoliere disse alla folla intorno: se il mio spettacolo vi è piaciuto, dimostratemelo, se non vi è piaciuto scrivetelo su “un deca…”

(un deca, le vecchie 10.000 lire…)
So smile & stay in touch !!!

af1.it usa cookie tecnici anche di terzi per le statistiche visite e per annunci pubblicitari.
Per sapere come negare il consenso leggi l'informativa estesa.
Cliccando su Va bene, scorrendo la pagina o continuando la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.
Leggi informativa estesa

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi