Boxer intimo: storia e modelli

Aggiornato il  🕢 4 min.
Boxer indumento intimo
(Image by OpenClipart-Vectors from Pixabay)

I boxer sono una valida alternativa agli slip per quanto riguarda l'abbigliamento intimo, non solo maschile.


Sostegno

I boxer sono in grado di risultare comodi, ben indossati, quindi anche eleganti, sufficientemente protettivi in modo da sostenere a dovere tutta la zona inguinale, quando l'indumento risulta un prodotto creato tenendo conto anche di questo importantissimo aspetto, quando serve, possono essere contenitivi, come quelli pensati per uso sportivo.

Un po' di storia…

Il nome boxer, dovuto a questo capo di biancheria intima maschile, usato oggi anche dalle donne, è dovuto al fatto che questi calzoncini, furono proprio concepiti per il loro utilizzo da parte dei pugili, sul ring.

Fu un'azienda americana produttrice di attrezzature per il pugilato, nei primi anni 20 del secolo scorso, che introdusse sul mercato questi particolari calzoni corti, la Everlast.

La popolarità di questi calzoncini, divenne tanto rapida quanto breve, perché ben presto sostituiti, come indumento intimo, dagli altrettanto comodi slip.

Per un lungo periodo durato decenni, i boxer non vennero contemplati come indumento intimo maschile; sicuramente non dai più.

Il successo commerciale si ebbe negli anni 80, e da circa 40 anni, possiamo affermare che questo tipo di indumento, odiato da alcuni e amato da altri, non ha più smesso di riscuotere il suo successo.

Nato, come spesso accade, come un capo di indumento intimo dettato dalla tendenza della moda, le aziende produttrici hanno comunque saputo produrre un valido prodotto, che oggi può risultare particolarmente apprezzato, tanto per comodità, quanto per un certo stile.

Caratteristiche forse non riscontrabili nei primi modelli prodotti, quando i boxer approdarono sul grande mercato.

L'ovvio interesse della richiesta, ha naturalmente spinto stilisti e note aziende produttrici di capi di abbigliamento, a portare oggi una vasta scelta di questo indumento, che possiamo ormai affermare consolidato.

Boxer elasticizzati

L'impiego dell'elastam (o elastan) nei capi di abbigliamento, permette di elasticizzare i tessuti.

Altro non è che una fibra sintetica di poliuretano, particolarmente impiegata per questo obiettivo.

Il marchio commerciale di questa fibra, è più noto come Lycra, Elaspan, etc.

Questo tipo di fibra, permette al tessuto di assumere determinate proprietà; in primis, un'elasticità duratura nel tempo, addirittura il tessuto può essere allungato fino a cinque volte le sue dimensioni originali, e tornare nella forma precedente senza causare rotture, o strappi.

Il tessuto risulta resistente, liscio, morbido da indossare, resiste bene al sudore, è leggero, non ha problemi legati all'elettricità statica.

I boxer elasticizzati dunque, sono un interessante indumento intimo, capace di sostenere a dovere tutta la zona inguinale; tutti sappiamo bene quanto sia importante indossare capi intimi comodi, che permettano alla zona inguinale di risultare ben protetta.

Questo è un aspetto particolarmente importante, soprattutto ogni qualvolta si debba produrre uno sforzo fisico, e comunque quando si pratica un abbondante movimento, per prevenire ad esempio ernie inguinali, o lacerazioni dei tessuti.

La comodità di ogni capo di abbigliamento indossato, a maggior ragione quello intimo, dev'essere ottimale, garantire comodità e sicurezza a chi lo indossa.

Quindi, l'impiego del cotone, con il suddetto elastam nelle fasi di produzione, riesce a fornire un prodotto valido sotto tutti i punti di vista.

Per uso prettamente sportivo, ci sono anche modelli con sospensorio integrato, per una maggiore protezione.

I modelli

La grande varietà di modelli presenti sul mercato, propone una scelta davvero per tutti i gusti: lunghi, corti, colorati, disegnati, con una fascia alla vita a mo' di cintura, che solitamente mostra il marchio dell'azienda produttrice.

Non so voi, ma io opterei sempre per boxer elasticizzati: non riesco davvero a indossare un capo intimo come questo, che non sia aderente, deve avere un motivo logico di essere indossato.

Senza dimenticare ancora una volta, i potenziali rischi in caso di movimenti e sforzo fisico, oltre che una portabilità certamente molto fastidiosa.

I boxer sanno risultare eleganti, comodi, un valore aggiunto nell'abbigliamento intimo, capaci di far sentire a proprio agio.
Il disegno sobrio e spartano di alcuni modelli, risulta gradevole.

La portabilità

Personalmente trovo i boxer elasticizzati di buona portabilità.

Li preferisco meno nei mesi caldi, quando per via della calura estiva, si cerca di indossare capi il più leggeri possibile, per resistere meglio al caldo.

In estate forse, si preferisce impiegare dei buoni slip, comodi, ampi, comunque egualmente elasticizzati, capaci di risultare portabili, e confortevoli.

L'impiego dei boxer oggi, è preso in considerazione anche per quanto riguarda i più giovani, anche se ovviamente sono le loro mamme che decidono, per via del fatto che un capo intimo elasticizzato, è in grado di compiere al meglio il suo dovere, ovvero sostenere, la zona inguinale.

Assume ancora più importanza per abituare i più giovani, a indossare capi che possano dare loro sicurezza nei movimenti, e in caso di giovani appunto, i movimenti in abbondanza sono all'ordine del giorno, come è giusto che sia per dare sfogo a una sana vitalità.

Quindi non direi proprio che esistano limiti di età per indossare i boxer, l'unico limite è quello soggettivo, dovuto alla preferibilità di un indumento, invece che di un altro.

L'aspetto importante di un buon indumento intimo, di sostenere in maniera ottimale tutta la zona inguinale, ha reso questo prodotto affidabile, e molto apprezzato.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho scoperto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.