Menu

af1.it

Uno che scrive

Stivali Clint: roba forte …

6 minuti
aggiornato il
Stivali Clint, ottimo rapporto qualità/prezzo, robusti, belle le suole, molto interessante la cucitura stile Goodyear tra suola e tomaia, prodotto destinato a durare nel tempo, stile biker, molto comodi e gradevoli da indossare

Stivali Clint

Ho acquistato gli stivali Clint e il rapporto qualità/prezzo l'ho trovato interessante, sono molto comodi e mi piacciono molto.
Non pensavo fossero così comodi da subito, talvolta gli stivali devono sempre essere portati un po' prima di aggiustarsi a dovere, in questo caso mi sono piacevolmente sorpreso dato che hanno calzato in modo piuttosto confortevole da subito, e dopo un paio di volte indossati e tolti era come se li avessi da tempo.

Qualità/prezzo: se pò ffa'

Li ho pagati 79,00 £ + 11,00 £ (GBP) di spese di spedizione (per un totale di 90 £ quindi 103,00 € circa) su ebay, per un prodotto che ho visto sempre a prezzi (anche parecchio) più alti presso altri rivenditori online specializzati, quindi non ci ho pensato molto prima di acquistarli, dato che mi sono piaciuti tanto, e subito.

Quella dell'istintività nell'acquistare qualcosa è una prerogativa che ho sempre avuto, e non mi ha quasi mai tradito; e quando è successo non avevo valutato bene l'istinto dando maggiore spazio alla ragione; quando l'istinto ha già deciso, ripensarci porta spesso ad errori di valutazione che peggiorano quella che era la decisione, istintiva, iniziale.

Il primo paio di stivali lo avevo comprato tanti anni fa, mi piacevano molto e li ho usati più di molto: e questa per me è una soddisfazione, quando acquisto un prodotto, mi piace che duri nel tempo, lo voglio portare con me per un po', per viverlo, non seguendo mode e tendenze che non mi sono mai interessate, non mi piace cambiare vestiti e scarpe dall'oggi al domani.

Finché durano ?! Sì, li porto fino alla fine, poco prima almeno.

Per questo mi piacciono vestiti destinati a durare: blue jeans, stivali, scarpe, camicie, maglie, anche qualche vestito su misura, perché no.
Io preferisco così, pochi ma molto buoni.

Ma torniamo agli stivali in questione: figata !!!

Caratteristiche: roba forte …

Roba forte, roba robusta, come quella del Korova milk bar …

Stivali robusti, pelle sufficientemente morbida ma di consistente spessore, punta e tallone rinforzati.

Punta arrotondata, per questo li ho scelti così, per una maggiore comodità, li porto da pochi giorni e sono ancora abbastanza rigidi ma comunque già confortevoli, non pensavo così tanto appena indossati.

Il primo (ed unico fino a poco fa) paio di stivali che ho avuto (Frye) li avevo dovuti indossare e maltrattare parecchio per farli ammorbidire, la notte li sistemavo sotto borse pesanti dopo avere piegato in 2 la gamba dello stivale.

Con questi tutta un'altra storia …

Tacco alto (o meglio basso) 3 cm nella parte posteriore e 2 cm a scendere nella parte anteriore, l'altezza complessiva dello stivale è di 30 cm.
Grande genialata la cerniera sul lato interno che permette di calzare e togliere gli stivali con estrema facilità. Hai presente quelli che la cerniera non ce l'hanno a metterli e toglierli ?!

1 cinturino sopra il collo del piede e l'altro nella parte superiore dello stivale, proprio lì sopra il marchio con l'aquila sopra il logo.
Scarpe robuste, robusta la suola come il tacco.

Suola di gomma anch'essa coriacea, antiscivolo, antisdrucciolo, una bella suola.
Dopo neanche un anno di utilizzo, ho preferito sostituire la suola del tacco, in quanto quella presente era troppo morbida anche se molto antiscivolo, per non rovinare il materiale del tacco, ho fatto applicare da un bravo calzolaio una suola Vibram sotto il tacco alta 8 mm, destinata presumo a durare parecchio.

La suola in gomma che risultava avvitata sul tacco ora ha chiodi lunghi 18 mm, e sulla parte anteriore dove le robuste (aridaje …) cuciture con grossi fili sono ben visibili (presumo la cucitura Goodyear che prolunga la durata e la consistenza del prodotto), sono presenti le viti per mantenere, oltre essere incollate, le suole di gomma al cuoio della suola (questo video mostra come viene eseguita questa cucitura: come si realizza una suola in cuoio con la cucitura Goodyear).

Ad onor del vero non è raro che le scarpe nuove abbiano necessità di rifare, o meglio di fare la suola, in quanto quella con la quale escono dalla fabbrica o dal laboratorio artigiano, hanno suole piuttosto sottili.
Ricordo parecchi anni fa quando comprai un paio di scarpe lavorate a mano, ancora nuove le portai a mettere suole più robuste, in quanto quelle presenti erano piuttosto sottili; le scarpe mi sono durate 18 anni, e nel frattempo le suole le avevo cambiate un'altra volta, a dimostrazione che i prodotti ben fatti sono destinati a durare con una grande qualità costante nel tempo.

Questi stivali mi piacciono davvero molto, li trovo una figata pazzesca, perché sono quelle cose che mi piacciono tanto, dallo stile dell'on the road again, che non può, non deve, non vuole, non farsi notare …

Contento o no ? Lo rifarei …

Non c'è nulla da fare, le mezze misure non sono il mio forte, o una cosa mi piace una cifra o non se ne fa nulla.
Ed è una questione istintiva, appena li ho visti ho pensato: li devo avere.
Ecco perché questa recensione non può ritenersi imparziale, perché quando qualcosa mi piace, mi piace davvero, punto.

Ironia a parte (mica poi troppa …) e andando oltre i soggettivi pareri, questi stivali sono un buon prodotto, dallo stile inequivocabilmente marcato senza però ostentare nulla: questo è sicuramente un punto a loro favore.

Anche indossati con pantaloni classici non sfigurano affatto né fanno sfigurare il resto del vestito; anzi, sembrano proprio “quel tocco di brado” che non guasta mai.

Punto a favore perché possono tranquillamente essere indossati con qualsiasi pantalone, e una volta nascosta la gamba dello stivale sotto il pantalone stesso, sembrano scarpe anche se si comprende che sono stivali; e per fare ciò devono essere una figata pazzesca !!!

La gamba del pantalone fuori dallo stivale mi sembrerebbe una sorta di pacchianata, ma sotto è tutt'altra musica …

E non mi sono nemmeno stupito del fatto che questi stivali sono Made in China, dato che da molto tempo anche i marchi più conosciuti fanno fare fuori Patria i loro prodotti.
Del resto, un prodotto che non è made in (…) non necessariamente dev'essere malfatto, non bisogna mai confondere il prodotto taroccato con quello ben realizzato, che può essere fatto in moltissimi Paesi pur restando di qualità, e il fatto che la manodopera costa meno a discapito di prezzi talvolta eccessivi, è un altro discorso …

Go in your boots and stay in touch !!!

 

               

 

Felice Amadeo: autore di af1.it

af1.it è mantenuto dalla mia passione.
Se vuoi sostenere af1.it fai una donazione.

Se qualche articolo ti è piaciuto e vuoi fare una donazione, ti ringrazio.
Dona con PayPal