Cintura in cuoio: il piacere da indossare con i jeans

🕐 4 minuti @ Condividi via Email
Aggiornato:

Cintura in cuoio: un must con i Blue Jeans

La cintura in cuoio non serve solo a reggere i pantaloni, è un piacere da portare per sentirsi a proprio agio.


La cintura in cuoio si contraddistingue sempre: anche quando non si vede

La cintura, è qualcosa che personalizza, che contraddistingue anche quando non si nota: perché ciò che conta non ha importanza che si veda o no; tu sai che c'è, come un tatuaggio.
La cintura: come, se non in cuoio?

La cintura in cuoio è un piacere da indossare

La cintura in pelle va oltre l'accessorio, oltre che tornare utile quando magari i pantaloni sono comodi (perché il peso forma può anche cambiare, va e torna…), giusto quel centimetro che ti fa sentire i pantaloni giusti in vita come dici tu.

Mi piacciono molto i blue jeans, e ed un jeans senza cintura… eh… manca qualcosa, da qualche anno a questa parte, anche il cappello.

Preferisco quelle alte 40 mm, di pelle, con una bella fibbia: il cuore della cintura.

Le cinture standard per uomo sono alte 30, 35 e 40 mm.

Trovo che quelle più alte disponibili, ovvero le 40 mm, con i blue jeans vanno sicuramente meglio; sono quello che manca al pantalone jeans, che ha i passanti fatti apposta per una bella, sana cintura alta 4 cm.

Il cuoio: absolutely (no doubt…)

Un classico destinato a non tramontare mai, sempre originale, che sia in pelle morbida, più rigida, più o meno consistente; perché dipende molto dalla lavorazione con cui la cintura viene lavorata per realizzare il progetto iniziale.

La lavorazione della cintura: la lavorazione del cuoio; morbido, rigido, consistente, più sottile nello spessore.

Buona consistenza, morbido, e alta 4 cm: prediligo, almeno per i blue jeans.

Per pantaloni “classici” invece 35 o 30 mm di altezza, risultano comunque confortevoli.

Il cuoio di qualità e buona consistenza dello spessore di circa 4-5 mm, piuttosto morbido, che se stropicci la cintura stringendola tra le mani è un piacere, è una soddisfazione tangibile della bontà del prodotto.

Il buono spessore e la morbidezza del cuoio della cintura alta 4 cm è in grado di fare il suo lavoro, nel caso reggere, ed è qualcosa che apprezzo molto dal punto di vista della qualità.

Non sono mai riuscito a portare cinture di altri materiali, non mi ci trovo, mi sembra di non indossarle nemmeno.
È una questione di pelle…

Come per le fibbie: rigorosamente metalliche.

Prezzi: economici per le cinture in cuoio? Mmm…

Per una cintura in cuoio con fibbia degna di tale nome, anche se minimale, si parte tranquillamente dai 35 – 40,00 € se vai in negozio, come per tutti gli accessori e manufatti in pelle il costo lievita rispetto ad altri materiali.

Si riduce notevolmente il prezzo cercando su qualche rivenditore online, quasi della metà, per prodotti buoni qualitativamente parlando, e con fibbie decisamente interessanti, semplici ma accattivanti; anche se non sempre sostituibili, questo dipende dalla lavorazione della cintura.

Le fibbie: beh… quelle vere costano anche sopra i 100,00 €; commemorative, edizioni speciali, e produzioni limitate.

Sono una figata pazzesca, gusti personali a parte.

Le cinture in cuoio trovano nella qualità e lavorazione del materiale la loro originalità.

E una certa morbidezza permette al cuoio di durare più a lungo, senza screpolature, più facili a verificarsi in materia prima con una maggiore rigidità e forse minore qualità.

Si tratta di un prodotto concretamente destinato a durare anni, e non serve nemmeno fare chissà cosa per mantenerlo efficiente; una volta che la cintura è, e rimane pulita, la sua manutenzione finisce lì.

Per me vale la pena di cercare, trovare il prodotto che più soddisfa, e spendere magari anche qualcosa in più di quanto preventivato (il 20, 25% circa?) per acquistare un buon prodotto, una bella cintura in cuoio capace di durare per lungo tempo.

E se hai voglia di farti un regalo, come ogni tanto capita a me, una bella fibbia come Dio comanda, ci può anche stare.

La cintura in cuoio è sempre un piacere da indossare, da portare.
Live your belt&stay in touch.

 

Felice Amadeo - af1.it
Dal 2006 lavoro con internet, scrivo i contenuti e provvedo alla gestione del sito. Ho conosciuto WordPress tanti anni fa, e dal 2013 uso questo.
Invecchiando, ho scoperto che mi piace portare il cappello.